Mirano in fermento: torna l’Antica Fiera di San Matteo

 

DSCN0272-1024x768-2Fervono i preparativi per l’edizione 2015 dell’Antica Fiera di San Matteo, che si svolgerà da venerdì 18 a martedì 22 settembre.

 

Si rinnova così ancora una volta la più antica tradizione miranese: la prima edizione della Fiera fu infatti autorizzata dal Senato Veneto con decreto del 6 settembre 1477 e da allora, tranne le sospensioni in tempo di guerra, si è sempre svolta con regolarità, attirando annualmente nel centro di Mirano migliaia di visitatori.

Complessivamente sono cinquantatre le giostre e attrazioni varie invitate nel grande parco divertimentiallestito in piazza Martiri, nelle vie adiacenti e nel tratto di via Cavin di Sala fino all’incrocio con via Torino. Ritorneranno le giostre spettacolari che da alcuni anni attraggono maggiormente l’attenzione e ci sarà una giostra novità: il Treno fantasma.

La Fiera sarà animata inoltre da una sessantina di bancarelle di commercio ambulante (alimentari e non), da una decina di espositori di attrezzature varie (in piazza Martiri) e dagli stand delle associazioni sportive. In via Castellantico ci sarà un’ampia esposizione di automobili grazie alla presenza di due concessionarie.

Sempre ampio il settore ristorazione allestito dalle associazioni sportive e culturali miranesi, che quest’anno si arricchisce con lo stand dell’Associazione Volare in via Barche, vicino alla pescheria. Sempre presenti i tre grandi stand gastronomici allestiti in viale Rimembranze da US Zianigo, AC Miranese, Filarmonica di Mirano. In piazza Martiri ci sarà la Pro Loco Mirano, in via XX Settembre l’UC Zianigo e vicino al campanile l’associazione La Colonna – Lesioni Spinali onlus. La Parrocchia di San Michele Arcangelo organizzerà la tradizionale pesca di beneficenza.

Davanti al patronato in via Cavin di Sala tutte le sere l’associazione Asì se baila el tango darà dimostrazioni di tango argentino mentre in piazzetta Errera domenica 20 alle 20.00 dimostrazione di arti marziali dell’ASD Vietvodao.

Venerdì 18 settembre sarà sospeso il “Mercato del contadino” di piazza Paolo e Nella Errera. Il mercato dei prodotti agricoli riprenderà regolarmente venerdì 26 settembre.

Domenica 20 settembre il mercatino dell’antiquariato sarà spostato in via Gramsci.

Lunedì 21 settembre il mercato settimanale si svolgerà in via Gramsci.

Si ricorda che lunedì 21 settembre tutti gli Uffici comunali saranno chiusi perché il lunedì concomitante alla Fiera agli effetti civili è considerato giornata festiva. Il servizio dello Stato Civile sarà comunque assicurato per il ricevimento delle denunce di nascita e morte: l’addetto al servizio potrà essere contattato al numero telefonico 345.1306187 dalle ore 9.00 alle 13.00.

«Per favorire tutte le fasce d’età e in particolare i bambini, i giostrai saranno invitati a praticare il 3×2 nel pomeriggio dell’ultimo giorno di sagra. Inoltre verrà garantito che la musica e i suoni saranno contenuti entro limiti più moderati in confronto alle passate edizioni per rispettare il riposo dei residenti nel centro storico», ha spiegatol’Assessore alle Attività commerciali ed economiche Annamaria Tomaello.

La Fiera terminerà martedì 22 settembre alle 23.30, senza fuochi d’artificio come negli ultimi anni a causa della difficile situazione economica e, non ultimo, per motivi logistici (mancanza di uno spazio vicino al centro che permetta al pubblico un’adeguata visibilità).

 

Lascia un commento