Monselice mette un freno alla sosta dei camper

nomadi carovanaIl problema della permanenza abusiva dei nomadi a Monselice tiene banco ormai da diversi anni. Per questo l’amministrazione comunale ha definito le modalità per le soste di caravan, autocaravan, camper, roulottes o altri veicoli attrezzati a scopi abitativi.

L’ordinanza voluta dal sindaco Francesco Lunghi impone il divieto di sosta su tutto il territorio comunale fuori dagli spazi specificamente destinati. “Il Comune ha un’area attrezzata funzionale ai visitatori occasionali e agli appassionati del turismo – ha spiegato il primo cittadino – queste persone potranno sostare per un periodo limitato nell’area di via Argine Destro”. Ma l’ordinanza è già stata ribattezzata “anti nomadi” perchè lo stesso sindaco non nega sia stata fatta anche per motivi di sicurezza. “L’iniziativa vieta in tutto il territorio comunale la sosta per finalità di pernottamento e parcheggio in aree non attrezzate – continua Lunghi – intendiamo rispondere sia in termini di flussi turistici che in termini di sicurezza urbana. Non saranno infatti più tollerate quelle situazioni che portano al degrado e profilassi igienico sanitaria di coloro che si fermano con i mezzi per periodi prolungati arrecando tutta una serie di problemi di disagio alla città, oltre che nuocere al decoro e all’immagine dell’intera comunità”.

L’ordinanza quindi sarà l’inizio di un periodo di maggiore rigore nei confronti del mancato rispetto delle regole. “Vogliamo dare una risposta immediata e ferma a tutti coloro che non rispettano le regole del vivere civile e ritengono di comportarsi senza alcuna remora verso la nostra città provocando disagi e preoccupazioni”. Insomma si ai turisti, no agli abusivi. “Il Comune adotterà tutte le misure per impedire la violazione delle regole di normale convivenza e assicurerà che tutti i campeggiatori e turisti possano usufruire di un’area che presenta tutti i comfort”.

 

di
Emanuele Masiero

Lascia un commento