Perché è importante avere un ortodontista di famiglia

ortodontistaConsiderare una dentatura malposizionata come fatto puramente estetico, sottovalutando il problema soprattutto in periodi di difficoltà economiche, è uno degli errori che continuano ad essere compiuti dalla maggior parte delle persone. Ma anche da molti dentisti.

E’ risaputo infatti che un professionista che non si occupa di problemi ortodontici nella sua pratica professionale, tenderà a sottostimare un problema realmente presente. La cura ortodontica nella persona adulta ha lo scopo primario nel ripristino di un equilibrio e un’armonia funzionale che favorisce la preservazione del parodonto (osso e gengive) con il conseguente mantenimento della stabilità di ogni singolo dente. Esistono al giorno d’oggi, metodiche di intervento che consento- no il mantenimento dell’estetica anche durante il trattamento attivo. E fino a essere completamente invisibili. (metodiche Invisalight e Nuvola soprattutto).

Spesso infatti la motivazione che induce a rifiutare un tale trattamento, è il timore di apparire agli altri con la bocca invasa da placchette e fili metallici, certamente antiestetici. Ma la questione ortodontica si pone soprattutto nei soggetti in età evolutiva-adolescenziale e, in modo particolare nell’età pediatrica della scuola primaria, laddove un tale tipo di trattamento assume valenza intercettiva e di prevenzione.

Mai, come in questa occasione, la frase molto usata e spesso abusata che “prevenire è meglio che curare” è risultata appropriata. Una semplice “macchinetta” per raddrizzare i denti, o meglio per indirizzarli nella loro giusta posizione e inclinazione, qualora applicata in età scolare, può essere accettata come un gioco o quasi una moda dal bambino. Sarà in tal modo possibile evitare più ingombranti e costosi interventi in quell’età dell’adolescenza che da sempre viene considerata critica per le implicazioni conseguenti il mutamento fisiologico del proprio corpo e lo sviluppo di maggiori rapporti interpersonali.

Se infatti un bambino in età scolare è spesso interessato in una sorta di gioco collaborativo tra se stesso, il dentista e i genitori, un gioco nel quale ciascuno riveste un proprio ruolo, il ragazzo o la ragazza adolescente alle sue prime esperienze sociali troverà nell’apparecchio ortodontico quasi una costrizione, un qualcosa di imposto e limitante. Prima si interviene, minori sono i costi e le ripercussioni psicologiche. E i risultati sicura- mente più certi e rapidi.

Il consiglio: il tuo dentista di famiglia ti consiglia di sottoporti a una visita dentistica con particolare attenzione da porre alla possibile esistenza di problemi di natura ortodontica e, soprattutto, consiglia a chi è genitore, di accompagnare i propri figli ad un tale tipo di visita per evitare l’insorgenza del futuro di problemi più com- plessi e sicuramente più onerosi.

Studio Dentistico
Dott. Giuseppe Bertolini Largo Cappellini 1 – Rovigo 0425-1680170 – 349-6299110 drbertolini@libero.it www.ildentistaperte.it

Lascia un commento