Primo giorno di scuola, Zaia polemico con la Buona scuola

classe scuola“Buon ritorno in classe, a bambini e ragazzi, ai docenti, e anche alle famiglie. Il primo squillo di campanella ha segnato l’avvio del nuovo anno scolastico che, pur tra tante incertezze, polemiche e difficoltà, ci vede tutti protagonisti di un grande investimento sul vero capitale della nostra regione: le nuove generazioni”. Nel primo giorno di scuola il presidente del Veneto Luca Zaia rivolge il suo augurio per la ripresa dell’anno scolastico a studenti e insegnanti.

“Ai ragazzi ricordo che è sui banchi che si comincia ad allenarsi alla vita – scrive– e ad allargare gli orizzonti della conoscenza e della capacità di relazione. Abbiate a credere in quello che state facendo, lasciatevi guidare per mano nella scoperta di nuovi saperi, investite nello studio, perché il futuro è e sarà sempre più esigente”.

“Rivolgo un augurio particolare oggi agli insegnanti, in particolare ai nuovi ‘arruolati’ dalla riforma – aggiunge–,soprattutto a chi si ritrova ‘trapiantato’ in una regione lontana a causa di scelte centraliste, ai precari che sono rimasti tali, ai dirigenti scolastici chiamati ad applicare norme di complessa e dubbia interpretazione”.

“Infine – conclude Zaia – un pensiero particolare va ai ragazzi disabili e alle loro famiglie, più di altri esposti alle incertezze della ‘buona scuola’: la Regione si è impegnata a garantire il sostegno all’inserimento scolastico e manterrà fede alla promesse fatte”.

Lascia un commento