Real Spinea, il calcio rosa che si distingue

140[1].squadra femminile torneo rosa di maggio 2015L’Asd calcio femminile Real Spinea è una nuova realtà sportiva nata a fine agosto 2014 dopo la chiusura del ciclo del calcio femminile dilettantistico (prima squadra femminile, campionato regionale serie C), durato ben 18 anni sotto la conduzione della signora Luisa Norbiato.

Questa nuova organizzazione è nata per volontà di una decina di genitori, un nonno e due allenatori che hanno deciso di ripartire da capo con due categorie: pulcini ed esordienti e con la sezione primavera da settembre di quest’anno. “Abbiamo molte ragazze del 2000 pronte a giocare e così abbiamo deciso di creare la terza categoria – dice il segretario generale Asd calcio femminile Spinea Gianni Defilippi. Siamo partiti con 20 ragazze e a fine stagione ne avevamo 33. Molte ragazze giocavano con le squadre maschili e non conoscevano questa realtà. Giocatrici residenti a Spinea ne abbiamo solo due, le altre arrivano dai comuni vicini: Pianiga, Marano, Zelarino e molti altri”.

Le ragazze delle tre categorie sono una cinquantina di età compresa fra gli 8 e i 15 anni, più qualcuna di età superiore. I pulcini (ragazze dal 2006 al 2003) e gli esordienti (2002-2000) hanno partecipato al rispettivo campionato autunnale di categoria indetto dalla Figdc e Lnd. Questi campionati sono prettamente maschili, le ragazze dell’Asd Spinea sono le uniche formazioni femminili all’interno dei rispettivi campionati.

Durante l’inverno ci sono i tornei a livello regionale e tra squadre femminili. “La nostra società vuole puntare al divertimento e cerca di far giocare tutte le ragazze – conclude Defilippi – non vogliamo formare delle star. Qui abbiamo voluto creare un ambiente diverso e meno competitivo, perché le nostre ragazze per prima cosa devono giocare e divertirsi”. La squadra gioca e si allena nel campo sportivo Graspo d’Uva in via Mantegna. Per maggiori informazioni www.realspinea.it o nella pagina facebook “real Spinea calcio femminile”.

 

di
Roberta Pasqualetto

Lascia un commento