Scorzè, azienda Ilnor: 25 esuberi. Pigozzo: “Si eviti trasferimento”

VENEZIA 27.06.2015.FOTOATTUALITA'.BASILICA DI SAN MARCO. PRESENTAZIONE DEL RESTAURO DELLA RUOTA PAVIMENTALE DAVANTI ALL'ALTARE DELLA NICOPEIA.

“E’ assolutamente necessario scongiurare il trasferimento delle attività produttive e amministrative della ILNOR S.p.A. a Brescia, evitando così la chiusura degli insediamenti di Gardigiano di Scorzè nonché il licenziamento dei lavoratori dell’azienda e, in questo senso, sono già in contatto anche con i rappresentanti sindacali per seguire gli sviluppi da vicino”: a dirlo è il vice presidente del Consiglio regionale e consigliere del PD, Bruno Pigozzo, che annuncia un’interrogazione alla giunta regionale.

“Esprimo forte preoccupazione per l’annuncio degli almeno 25 esuberi: in realtà tutti i 132 dipendenti di questa ditta e le loro famiglie stanno condividendo l’angosciante preoccupazione di perdere il posto di lavoro, una volta spento l’altoforno e trasferiti gli uffici amministrativi. Va inoltre tenuto presente che l’età media dei lavoratori della ILNOR oscilla tra i 40 e i 50 anni e alcuni hanno alle spalle oltre 25-30 anni di anzianità aziendale: di questi tempi il ricollocamento è difficile per tutti, ma per chi non è più giovanissimo e non ha esperienze in altri campi lavorativi può essere impossibile. Una situazione dunque – conclude Pigozzo – che rende ancora più indispensabile un intervento urgentissimo da parte della Regione”.

Lascia un commento