Trail running, Correzzola. Nuova impresa per l’intrepida… Grazia

grazia correzzolaLa corsa ce l’ha nel sangue ormai da un trentennio. Oggi, a 48 anni, è ancora un’intrepida runner capace di imprese da fare invidia ai più giovani. Lei è Grazia Agostini, nata, cresciuta e residente in paese. La sua ultima impresa, che ne testimonia coraggio e ardore, risale a solo qualche settimana fa, con la partecipazione alla Traslaval, l’appuntamento podistico fuoristrada che attraversa l’intera Val di Fassa, tra le montagne nord orientali del Trentino.

La, giunta alla 17esima edizione, è una corsa a tappe sviluppata in cinque giornate per un totale di più di 56 km e oltre 2 mila metri di dislivello. Come ormai da tradizione, Grazia dedica il riposo estivo dal lavoro proprio a questa competizione. Anche quest’anno, supportata come sempre dal marito che non si perde una sua gara, scarpette ai piedi è riuscita a completare tutte le tappe hanno toccato i paesi di Pozza di Fassa, Sorago, Fontanazzo, Alba di Canazei, e il tradizionale tappone finale completamente in salita da Vigo di Fassa a Ciampei. Una vera atleta che riesce a mantenere una forma invidiabile grazie ad un lavoro pressoché quotidiano. Non è difficile infatti incontrarla o intravederla lungo gli argini, impegnata nelle giornaliere sezioni di allenamento.

Da cosa nasce questa passione per il trail running, specialità che prevede la corsa su sentieri di natura? La passione per la montagna e l’ebbrezza di vivere appieno il contatto con la natura, sullo sfondo di paesaggi mozzafiato. Una passione che Grazia Agostini è riuscita a trasmettere con contagioso entusiasmo anche agli altri, coinvolgendo e appassionando amici e parenti. “Vittime” in modo particolare di Grazia sono state le sei sorelle, che ormai con lei condividono l’impegno e il divertimento di questo sport. Tanto che nell’ambiente sono conosciute come le “Seven Sister”, riconoscibili dalla maglia personalizzata che sfoggiano quando corrono tutte insieme.

Lascia un commento