Fossò, i 30 anni del Gruppo Arcobaleno

gruppo arcobalenoIl Gruppo Arcobaleno, nasce nel 1985 all’interno della parrocchia e si occupa di volontariato. Nei primi anni i volontari si recavano nelle case dei disabili del paese e, una volta al mese, facevano una festa con la parrocchia che comprendeva la Santa Messa, la colazione e delle attività manuali. In questi primi anni si ricordano Don Piero Casello, Salvatore, Carla, Sabrina e altri, poi nel ‘95 il gruppo ringiovanì e aumentarono i volontari e il numero di partecipanti disabili, provenienti da altri paesi: 25 volontari e 30 disabili. Le visite a casa mensili sono rimaste, le uscite sono aumentate e arricchite con le feste di Natale, pasqua, carnevale, feste mensili dei compleanni e uscite primaverili, articoli sul bollettino parrocchiale e nei giornali locali, partecipazioni ad eventi con A.n.f.f.a.s Riviera del Brenta. “Verso il 2000 il gruppo arcobaleno ha iniziato a fare atletica un’ora a settimana alla palestra di Fossò, e un’ora a Mira in collaborazione con l’associazione il Sorriso di Mira – dice Eros Rovoletto, sostenitore ed organizzatore per 15 anni. Ha partecipato alle Special Olympic nazionali con ottimi risultati, gli eventi sono rimasti invariati e anzi incrementati. Di quel decenni si ricordano Moreno, Laura, Elisa, Alberto, Dario, Cristina  e altri giovani e meno giovani del paese e anche da fuori”. Negli ultimi 7 anni il gruppo volontari si è ridimensionato: i giovani si sono sposati e hanno avuto meno tempo da dedicare. Nonostante questo i ragazzi continuano a svolgere le loro attività: 2 allenamenti alla settimana a Fossò, un’uscita all’anno, feste classiche e compleanni e partecipazioni alle Special Olympic sempre con ottimi risultati. “I volontari meno giovani sono rimasti pochi e vanno encomiati per la dedizione Fernanda, Carla e Mara e altri – conclude Rovoletto – siamo arrivati a festeggiare i 30 anni di attività, si ringrazia in modo particolare, il gruppo dei Canarini, e tutte le persone che in questi anni hanno contribuito”.

di Roberta Pasqualetto

Lascia un commento