Mira, al via i controlli notturni della polizia locale

vigili notturnoSicurezza, arrivano i pattugliamenti notturni della Polizia locale. Dopo anni di attesa ritorna il servizio serale dei vigili urbani, e ad annunciarlo è il sindaco di Mira Alvise Maniero. Il pattugliamento dei vigili urbani serale era un servizio atteso da anni. Era stato sperimentato solo per poche occasioni con la giunta dell’ex sindaco Michele Carpinetti nel 2007, ma poi non più riproposto dalla giunta di centrosinistra. Insomma, fin poco più che uno spot. Il primo cittadino spiega il perché le reintrodurrà, stavolta con continuità. “Un giorno alla settimana – dice il sindaco – e a sorpresa, sarà attivato nelle prossime settimane il servizio serale della polizia locale. A controllare il territorio ci sarà una pattuglia dei vigili urbani, e lo farà in un posto e una sera a settimana a sorpresa”.

Tutto questo è stato possibile grazie ad un accordo con gli agenti del comando di polizia locale. “Finalmente grazie ad una organizzazione messa a punto con il personale ed il comando della polizia locale – spiega – siamo pronti ad attivare questo servizio. Nel periodo invernale i pattugliamenti punteranno dalle tarde ore serali al controllo del territorio in funzione anti furti. D’estate invece saranno fatti anche controlli sul traffico, insieme ovviamente alla vigilanza contro i razziatori nelle auto e nelle case”. La polizia locale è pronta anche a fare pattugliamenti nei dintorni delle aree in cui verranno collocati i nuovi rifugiati, appena arrivati a Malcontenta di Mira. Ma la loro funzione sarà soprattutto contro i furti. I vigili di sera così si coordineranno con i carabinieri della Tenenza di Mira che si trova nella centrale via Toti.

“Il loro sarà un rapporto anche di sera, come lo è di giorno – spiega il sindaco – di stretta collaborazione con i militari dell’Arma. Saranno anche un deterrente, insomma, per i malintenzionati”. Sul versante della prevenzione dei furti continueranno ad operare come supporto i gruppi di vicinato, nati per primi in provincia di Venezia a Gambarare, e che sono in fase di costituzione a Malcontenta e Marano con l’avvallo del Comune. Ad aprile di quest’anno, infatti, la giunta mirese ha formalizzato il proprio sostegno alla costituzione dei comitati di controllo del vicinato. A Mira l’esperienza è stata avviata a Gambarare con l’adesione immediata di 70 famiglie. A dicembre 2014, il comitato si è costituito ufficialmente come “Comitato di controllo del vicinato di Gambarare-Molin Rotto”, a cui partecipano ora oltre un centinaio di famiglie. Oltre a Marano e Malcontenta sono in fase di costituzione gruppi di vicinato nell’area di piazza Mercato a Oriago e a Mira Taglio.

 

di Alessandro Abbadir

Lascia un commento