Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Tornado in Riviera, un mare di solidarietà

Tornado in Riviera, un mare di solidarietà

tornado2Sono stati 211.058 euro i soldi raccolti con il numero solidale 45500, attivato in collaborazione tra la Protezione Civile Nazionale e la Regione del Veneto per raccogliere fondi da dedicare alla ricostruzione della Riviera del Brenta, travolta dal tornado l’8 luglio scorso. Ad annunciarlo una nota presente sul sito internet della Protezione Civile Nazionale. La raccolta si era aperta lo scorso 6 settembre, e ha consentito ai cittadini di donare 2 euro sia da cellulare che da rete fissa. “L’attivazione del 45500, su proposta dalla Regione Veneto – spiega la Protezione Civile Nazionale – è stata possibile in base a quanto stabilito nel protocollo d’intesa siglato nello scorso anno a novembre, dal dipartimento della Protezione Civile e dagli operatori della telefonia e della comunicazione, che vi hanno aderito senza fini di lucro. In particolare, hanno attivato il numero solidale Tim, Vodafone, Wind, 3 Italia, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali, Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Twt, Uno Communications e Clouditalia Telecomunicazioni”. Viene poi spiegato il modus operandi.

“Con la chiusura della campagna – informa la Protezione Civile Nazionale – si procederà all’istituzione di un Comitato dei Garanti, che sarà composto da persone di riconosciuta e indiscussa moralità e indipendenza, con il compito di valutare le proposte per l’utilizzo dei fondi e di garantire la trasparenza nella gestione delle risorse stesse. Le somme raccolte dagli operatori telefonici saranno intanto versate su un conto infruttifero aperto presso la Tesoreria Centrale dello Stato, in favore del dipartimento, che le trasferirà alla Regione una volta ricevuta l’autorizzazione del Comitato dei Garanti”. Soddisfazione è stata espressa dal governatore Luca Zaia. “Un bel traguardo perché raggiunto in un momento storico tra i più difficili di sempre per la crisi economica, che costringe tanta gente a fare i conti anche con un singolo euro. Anche per questo sono, noi tutti veneti siamo, profondamente riconoscenti alle decine di migliaia di persone che hanno voluto contribuire e farci sentire la loro concreta vicinanza”. Luca Zaia vuole ringraziare chi ha reso possibile questo. “Ringrazio anche tutti gli operatori nazionali della telefonia, senza i quali non saremmo nemmeno potuti partire – ha detto il governatore del Veneto – tutti i media che si sono gettati nella mischia con disponibilità totale, e tutti i personaggi famosi che hanno spontaneamente fatto da testimonial. Questi 211 mila euro sono come 211 mila gocce di sangue donate a un malato grave, che anche grazie a queste potrà salvarsi”.

Anche il sindaco di Dolo, Alberto Polo, ha commentato positivamente l’esito della raccolta fondi tramite l’Sms Solidale. Inoltre ha lanciato anche la proposta di ripetere l’Sms Solidale in occasione della Venice Marathon, in programma ad ottobre, che parte proprio dalla Riviera del Brenta.
“Sarei dell’idea di sfruttare l’opportunità data dall’imminente Venice Marathon – ha detto Alberto Polo – che ha un respiro internazionale e che passa proprio attraverso il cuore della Riviera del Brenta colpito dal tornado”.

 

di Giacomo Piran

Le più lette