Conselve, casa di riposo Beggiato: “Comune assente”

beggiato casa riposoDopo il colpo di scena dei mesi scorsi non si è ancora risolto il caso della Rsa di Conselve, i 59 posti letto della residenza sanitaria assistita passati clamorosamente di mano dopo decenni di gestione affidata alla Casa di Riposo Beggiato. La gara bandita dall’Uls 17 è stata vinta, a sorpresa dalla società Sereni Orizzonti di Udine, la stessa che sta ultimando la nuova casa di Riposo di Bovolenta. Il passaggio delle consegne nel reparto della Rsa all’ospedale di Conselve doveva avvenire ai primi di ottobre ma un ricorso al Tar della “Beggiato” ha fatto slittare i tempi. Una decisione verrà presa probabilmente entro la fine dell’anno.

Intanto l’ex sindaco Luciano Sguotti va all’attacco del suo successore Antonio Ruzzon accusandolo di scarsa attenzione nei confronti di una vicenda così delicata per il futuro stesso della casa di riposo conselvana. “Il grande assente è proprio Ruzzon – dichiara Sguotti – che in questi mesi non ha mosso un dito né minimamente difeso la “Beggiato”. Già nel 2011 solo dopo la sonora protesta delle minoranze venne ritirata la gara sulla Rsa bandita dall’Uls ma sin da allora Ruzzon non ha messo in campo nessuna azione che normalizzasse la situazione e facesse inglobare le Rsa nella dotazione dei posti letto della Beggiato, come da accordi presi anni fa con i precedenti direttori generali dell’Uls 17. Quei posti letti erano la naturale dotazione di una Ipab come la “Beggiato” e dovevano entrare nelle schede di dotazione dei servizi territoriali”.

Senza quei posti letto, prosegue l’ex sindaco, è a rischio la stessa sopravvivenza della casa di riposo conselvana come istituzione pubblica. “Questo percorso di esternalizzazione dei servizi agli anziani, unico in tutta la nostra Uls – aggiunge Sguotti non doveva nemmeno iniziare. Non dimentichiamo che per molti anni la Beggiato ha fatto pagare ai suoi utenti somme di denaro per ristorare l’Uls per gli acquisti e gli affitti di locali e arredi. Uno sforzo che ora viene vanificato da questo atteggiamento a dir poco incomprensibile”.

 

 

Lascia un commento