Conselve: nuovo asilo nido al Palù

asilo nido palu conselveIl consiglio comunale ha approvato il progetto di ristrutturazione dell’ex scuola elementare della frazione Palù per farne un nuovo asilo nido comunale. Per farlo una votato una modifica al piano triennale delle opere pubbliche aggiornandolo con questo intervento. L’opera costerà circa 400 mila euro e sarà coperta da un contributo regionale di 250 mila. Ovviamente la decisione non ha mandato di far discutere dentro e fuori il consiglio. E’ vista come un ulteriore spreco per i consiglieri di opposizione del Movimento 5 Stelle. Di diverso avviso il sindaco e la maggioranza, convinti che il progetto permetta invece di non perdere il finanziamento regionale e di mettere a disposizione un nuovo servizio per il quale le richieste non mancano e di cui le famiglie sentono la necessità.
Quello che salta all’occhio è che ancora una volta terreno di scontro politico è un intervento nella frazione di Palù, dopo le polemiche sulla costruzione del “parco inclusivo”. Ora secondo il Movimento 5 Stelle il nuovo asilo nido sarà un’altra cattedrale nel deserto. “La messa a norma di un edificio ad uso nido è molto costosa – dichiara il portavoce Luca Martinello – ed era opportuno chiedersi se risponde ad una vera esigenza. Ebbene a Conselve abbiamo un nido comunale da 40 posti, due nidi in famiglia con altri 12 posti e svariati nido nei comuni vicini. Visto che i nuovi nati sono poco più di 90 l’anno e che molte famiglie non scelgono il nido per i costi molto elevati non ci sembra il caso di aprire una nuova struttura. Inoltre al nido di Conselve non ci sono più liste d’attesa. L’associazione che aveva ricevuto il finanziamento ha rifiutato, perché ora deve essere il Comune ad accollarsi il rischio e la spesa? A nostro avviso era meglio destinare l’ex scuola a casa delle associazioni, a disposizione della collettività”.
Il sindaco Antonio Ruzzon sottolinea invece che senza questa scelta il contributo regionale sarebbe andato perso. “Ci saremo trovati così senza risorse per ristrutturare l’ex scuola elementare della frazione. L’apertura del nido al Palù è nel nostro programma da anni e ci sarà anche una sezione lattanti, per i bambini al di sotto dell’anno di età. Quindi offre anche un servizio in più e potrà essere usato anche da chi lavora nella zona artigianale. A nostro avviso è un servizio utile per la collettività e la scelta del Palù non è certo campata per aria”.

Lascia un commento