Home Salute Rovigo Dal peeling al laser: i trattamenti per ringiovanire la pelle

Dal peeling al laser: i trattamenti per ringiovanire la pelle

peelingUna intensa esposizione solare, un periodo stressante, o solo la vita di tutti i giorni causano un ispessimento progressivo dello strato superficiale della pelle, che appare spenta, asfittica e poco tonica. I trattamenti che si possono eseguire in questo caso vanno dal peeling chimico, alla biostimolazione con acido ialuronico al laser.
Il peeling chimico (dal verbo inglese to peel, pelare) è un trattamento che serve ad accelerare il normale processo di rinnovamento cellulare: l’applicazione di un agente chimico sulla pelle ne stimola l’esfoliazione e la velocità di rigenerazione.

La biostimolazione o biorivitalizzazione cutanea è una tecnica che prevede l’iniezione mediante ago sottile nel sottocutaneo di sostanze quali acido ialuronico, vitamine, antiossidanti e fattori di crescita. Queste permettono di mantenere e/o ripristinare l’idratazione e il turgore cutaneo. Il laser in particolare il Mosaic sfrutta una tecnologia di ultima generazione, inviando alla pelle dei microscopici raggi laser, che producono ravvicinate e omogenee colonne che penetrano fino al derma senza danneggiare gli strati sovrastanti. Produce quindi un trattamento naturale e uniforme con minimi tempi di recupero ed elevati miglioramenti clinici. Questo trattamento, di veloce esecuzione, permette di ottenere ottimi risultati quali riduzione nell’ampiezza dei pori, miglioramento della luminosità e della tonicità della cute. Immediatamente dopo un trattamento i pazienti notano i primi cambiamenti e i miglioramenti proseguono nei mesi seguenti.

I tempi di recupero e gli effetti collaterali minimi fanno di questo laser MOSAIC uno dei più sicuri e affidabili nel campo del resurfacing. Le aree di applicazione sono: ringiovanimento globale del volto, trattamenti di cicatrici da acne, cicatrici chirurgiche e traumi, miglioramento della elasticità cutanea, del melasma e delle discromie cutanee.
Il protocollo prevede 3-4 trattamenti con cadenza di 4-6 settimane. Non occorre anestesia locale e la paziente può riprendere immediatamente le sue normali attività.

 

Dott.ssa Cristina Rogato
Spec. In Chirurgia Plastica
Studio Medico – Viale dei Mille 107A
Tel. 328 2523160
www.dottoressacristinarogato.com

Le più lette