Mirano, nuovi autovelox per evitare gli incidenti

autovelox via LuneoAutunno di multe a Mirano e frazioni. Attenzione perché entrano in funzione gli autovelox “Velo Ok”. Non solo quelli presenti da tempo: il Comune ne ha infatti posizionati altri tre, portando a dieci i punti di rilevamento della velocità sulle strade del territorio. I tre nuovi autovelox sono stati installati (e subito imbrattati dai vandali in due casi su tre) il mese scorso in via Bollati, via Accopè Fratte e via Luneo, verso Spinea.

La rete ora è completa secondo il progetto originario, anche se ancora suscettibile di implementazione: l’obiettivo è ridurre la velocità in strade in cui si è riscontrata la sistematica violazione dei limiti e da questo punto di vista i primi sette autovelox “Velo Ok” installati a Mirano sono serviti come deterrente, riducendo la velocità dei veicoli in transito. Eppure non sono quasi mai entrati in funzione: il loro utilizzo è stato sporadico e solo pochi rilevamenti, appena posizionati i primi piloncini, erano stati effettuati all’inizio in via Scaltenigo. Poi una sentenza della Cassazione ha imposto al Comune di tarare tutti gli autovelox. Adesso, si parla già da questo mese, i controlli potrebbero partire a tappeto in tutte le strade presidiate. Acquistano un senso (e un avvertimento) dunque anche i tre autovelox “Velo ok” appena installati per implementare quelli esistenti.

Da questo autunno occhio a sforare i limiti di velocità: dov’è presente una colonnina arancione, potrebbe nascondersi una pattuglia della polizia locale, pronta a contestare subito l’infrazione in caso l’apparecchio posizionato all’interno indichi che l’auto corre a velocità troppo elevata. Nel dubbio dunque, in prossimità dei piloncini arancioni, sarà sempre meglio rallentare. Secondo la polizia locale anche i vandalismi sono stati inutili. Gli apparecchi imbrattati sono infatti solo i contenitori del sistema di rilevamento e nessun dispositivo è mai stato danneggiato, proprio perché non inserito. E tra l’altro le colonnine possono assolvere al loro scopo anche se oscurate: quello che conta è la presenza degli agenti. Ecco dunque dove alzare il piede dall’acceleratore conviene per non incorrere in sanzioni, oltre che per la propria sicurezza: i tre installati di recente in via Bollati, via Accopè Fratte e via Luneo, si aggiungo a quelli di Zianigo in via Varotara, a Campocroce in via Chiesa, in via Vetrego a Vetrego e in via Vittoria a Mirano. Due si trovano in via Scaltenigo (a Mirano e alle porte di Scaltenigo) e uno nel tratto centrale di via Luneo, che va dunque ad aggiungersi all’altro appena installato nella stessa via. Ovunque il limite è di 50 chilometri orari.

di
Filippo De Gaspari

Lascia un commento