lunedì, 17 Gennaio 2022
More
    Notizie
    HomeProtagonistiSandro Bottega, il mago del vino e dei distillati

    Sandro Bottega, il mago del vino e dei distillati

    Leaderboard

    Sandro BottegaA 17 anni non solo si ritrovò orfano ma dovette anche prendere in mano le redini della piccola azienda vinicola che gli aveva lasciato il padre. Non poteva fare altrimenti, non poteva lasciar sola la mamma e non poteva non ricordare che aveva una sorella e un fratello più piccoli. La piccola cantina fatturava allora 60 milioni di lire, bisognava crescere, produrre di più, ampliare la commercializzazione. Sandro Bottega, lavorando a ritmi impossibili, senza più conoscere festività ed orari, tra un fuso orario e l’altro, in trent’anni, ha portato Bottega Spa a fatturare 44,7 milioni di euro, probabilmente 47 a fine anno.

    Dalla grappa è passato ai liquori di frutta, ai più grandi vini, dal Chianti, che produce assieme a Stefania Sandrelli, al Bolgheri, dall’Amarone al Cabernet, al Valpolicella, Non solo ha creato una mega azienda nel coneglianese ma anche aperto altre due realtà produttiva a Pescantina, nel veronese, e a Montalcino, ovviamente nel senese. E’ riuscito a far bene il suo vino, il suo Prosecco, perfino l’olio biologico e l’aceto balsamico, in ben 128 paesi del mondo, addirittura in Papuasia, nella Polinesia francese, in Kazakistan. Un imprenditore che risponde contemporaneamente a tre cellulari, che alle sette di sera della domenica lo trovi in azienda, che riesce comunque a trovare sprazzi di tempo per la sua Monica e per qualche risata con gli amici.

    prosecco con i cristalli“ Vendiamo 11 milioni di bottiglie l’anno, con stragrande maggioranza di vini e di Prosecco. Siamo riusciti, quest’anno, a vendere anche un milione di bottiglie di Limoncino e 850 mila di Petalo Moscato, un vino delizioso che piace molto al gentil sesso. E’ un risultato importante che non solo conferma la bontà dei nostri prodotti ma anche la capacità di commercializzarli ovunque”. Sandro Bottega, poi, è un vulcano di idee. Oggi ha allargato la produzione di “spumanti glamour” , ovvero di bollicine di qualità superiore, caratterizzate da un packaging accattivante, èpernsato per chi vuole farsi notare in modo elegante e anticonvenzionale. L’ultima trovata è Bottega Stardust. Si tratta di una bottiglia di immediato impatto visivo, in quanto il tradionale vetro verde è interemente coperto da una galassia di cristalli. Un effetto polvere di stelle che rende particolarmente luccicante il momento dell’aperitivo e il brindisi per festeggiare ricorrenze, feste, compleanni. La bottiglia contiene un Prosecco Doc, verificato in versione Dry e caratterizzato quindi da un particolare morbidezza al palato cxhe lo rende quasi abboccato.

     

    Giorgio Naccari

    Leaderboard

    Le più lette