Sportello donna Noventa: le consulenze gratuite del mese di dicembre

sportello donnaQuattro professionisti offrono consulenza sui vari aspetti della genitorialità e della coppia, rivolgendosi a tutte quelle donne che sentono la necessità di confrontarsi con personale esperto su problematiche e difficoltà emerse da situazioni di disagio psicologico, lavorativo, sociale o familiare. Il servizio Sportello Donna si occupa anche di chi necessita di essere ascoltata o informata sulle proposte territoriali inerenti al benessere fisico, sociale e culturale della donna, figura chiave della società moderna, sempre più sotto pressione a causa dei diversi ruoli che le competono, partendo dagli impegni di mamma, di moglie o compagna e arrivando a quello di lavoratrice.

E’ possibile fruire del servizio, gestito e organizzato da Cooperativa Progetto Now, presso i Servizi Sociali del Comune di Noventa Padovana, previo appuntamento, nei pomeriggi del giovedì dalle 15 alle 18.30. Per quanto riguarda le consulenze gratuite per il mese di dicembre è possibile iscriversi all’incontro desiderato inviando una mail all’indirizzo sportellodonna@comune.pontesannicolo.pd.it o chiamando il numero 334.9631661. Ecco gli appuntamenti del mese di dicembre. Martedì 1 dicembre, dalle ore 17 alle 19, la Dott.ssa D’Urso si occupa di problematiche legate ai disturbi dell’apprendimento dei giovani in età scolare e offre supporto alla famiglia su strategie di motivazione allo studio e sui dubbi educativi legati all’età evolutiva. Mercoledì 2 dicembre focus su mediazione familiare, insieme alla Dott.ssa Micheluzzi, che spiegherà l’importanza di tale strumento di supporto per le coppie con figli che hanno deciso di separarsi e che vogliano raggiungere un accordo in tempi rapidi, gestendo le conflittualità presenti nella modalità meno invasiva e dolorosa per il nucleo familiare.

Giovedì 3 dicembre dalle 17 alle 19 la Dott.ssa Boldrin si occupa delle tematiche relative alle difficoltà che possono incontrare le mamme in fase pre-parto o con figli fino ai 3 anni di vita. Come evidenziato nell’informativa dell’appuntamento: “La donna in attesa può presentare aspetti di fragilità che spesso necessitano di supporto e rassicurazioni. Può essere utile un consiglio pedagogico anche nei primi anni di vita, per riflettere sulle modalità educative o su alcune evenienze proprie della prima infanzia”.

di
Nicole Stefani

Lascia un commento