Suicidio a Padova: allontanato dalla famiglia si taglia la gola e muore

poliziaTragedia domenica sera a Padova, nel quartiere Arcella. Un romeno 43enne ha deciso così di porre fine alla sua vita con un suicidio violento: si è tagliato di netto la gola sotto casa della moglie.
L’uomo, accusato di ripetuti maltrattamenti nei confronti di moglie e figlia, si è tagliato la gola con un coltello da cucina, per strada, lungo il marciapiede, disperato per il distacco dalla famiglia.

A fine ottobre era stato arrestato e allontanato dalla famiglia per aver chiuso la bimba piccola in un lettino da campeggio e, successivamente, per aver picchiato a sangue la moglie, che si era ribellata al gesto crudele nei confronti della bambina. La donna aveva riportato gravi danni fisici: distorsione della rachide cervicale ed ecchimosi sotto il mento, con una prognosi di 10 giorni.

Lascia un commento