Home Padovano Tra finzione e realtà: la stagione di prosa al Teatro Filarmonico di...

Tra finzione e realtà: la stagione di prosa al Teatro Filarmonico di Piove di Sacco

cs_2015_10_30_paolini_apre_stagione_olivoDoppio sguardo è quando la realtà diviene finzione e la finzione realtà, quando spettatore e attore si osservano a vicenda, perdendosi in uno specchio che riflette e racconta la realtà, uguale ma sempre diversa a quella che lo spettatore vive. Ed è proprio sulla sottile trama di questo doppio sguardo che si svolgerà la Stagione di Prosa 2015 – 2016 del Teatro Filarmonico comunale, a Piove di Sacco.

Si è aperto il sipario su quella che è la rassegna teatrale fulcro della proposta culturale che prende vita nel suggestivo teatro del centro storico piovese, una proposta che, per questa stagione, prevede otto appuntamenti: dal 19 novembre 2015 all’11 marzo 2016. “Un cartellone ricco di spettacoli di qualità – come hanno spiegato gli organizzatori, attraverso un comunicato stampa e nel corso della presentazione, avvenuta lo scorso 15 ottobre – Nomi come quelli di Marco Paolini, Ottavia Piccolo e le Belle Bandiere si alterneranno a spettacoli caratterizzati dalle eccellenze nel panorama veneto contemporaneo”. La stagione è stata organizzata dall’Associazione Nuova Scena Saccisica, in collaborazione con l’assessorato alla cultura piovese e Arteven, Circuito Teatrale Regionale.

La rassegna ha esordito il 19 novembre, con Numero Primo, studio per un nuovo album di Marco Paolini. L’autore e attore veneto ha portato in scena, infatti, il primo studio di uno spettacolo che ha ripreso i fili di un racconto a puntate, cominciato con Adriatico e proseguito con altri importanti titoli, quali Aprile ’74 e 75 e Miserabili. Al centro delle rappresentazioni le memorie, i luoghi, le facce e le esperienze che hanno accompagnato Nicola, il protagonista, insieme a nuovi personaggi alle prese con il nostro presente. Doppio appuntamento, invece, nel mese di dicembre, con Wonder Woman, di e con Antonella Questa, Giuliana Musso e Marta Cuscunà, martedì 2, e Don Chiscotte di Stivalaccio Teatro, il 19 dicembre.

Dopo la pausa natalizia, venerdì 15 gennaio 2016, sarà la volta di Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi, che porteranno sul palco del Filarmonicolarappresentazione dal titolo Enigma. Tra giochi di intrecci e di parole, prenderanno vita due personaggi, Hilder e Ingrid, e i loro legami complessi con la realtà di una Berlino a vent’anni dopo la caduta del Muro e, soprattutto, con se stessi. Altro appuntamento previsto a gennaio è quello di venerdì 29, con il Teatro Guascone dei Balkanicos, dove il soldato Svejk, interpretato da Andrea Kaemmerle e accompagnato da cinque musicisti kletzmerbalcanici, ovvero Ras Kornika, Ivo Andreevic, Branca Ceperac, Jan Milo e JvIasha Ivanova, trasporteranno il pubblico in un viaggio musicale e letterario attraverso l’est Europa. Grande appuntamento musicale il 12 febbraio, con La Traviata, della compagnia Lirica.Mente.

Lo spettacolo, scritto e narrato da Daniele Nuovo insieme ad Anna Zago, e accompagnato dal canto di Sonia Visentin, Cristiano Langaro, Milo Buson, oltre che dalle note suonate dal vivo da Gerardo Felisatti, offrirà un percorso teatrale sino alle famose vicende de la Signora delle Camelie di Dumas, attraversando le celebri arieverdiniane, per arrivare alla vera protagonista di questa vicenda: la celebre cortigiana parigina Marie Du Plessis. Venerdì 26 febbraio sarà la volta de Il nostro Amore fa Schifo, del giovane gruppo nato nell’ambiente culturale torinese Maniaci d’Amore. A chiudere la stagione, venerdì 11 marzo, sarà Svenimenti, spettacolo ispirato agli Atti unici, alle lettere ed ai racconti di Anton Cechov. L’omaggio all’autore, russo creato e messo in scena da Elena Bucci, Marco Sgrosso e Gaetano Colella, è un racconto appassionato della vita dello scrittore, delle sue parole e di alcuni dei suoi personaggi.

Basandosi in parte sulla biografia scritta da Irène Némirovskij, lo spettacolo, attraverso un colloquio tra personaggi realmente vissuti ed altri inventati dalla sua penna, mette in luce un uomo ed uno scrittore delicato e spiritoso, complesso e intelligente, rivoluzionario e profondo indagatore dell’essere umano. Non mancheranno, anche quest’anno, le Domeniche a Teatro dedicate ai più piccoli: cinque, per la precisione, che si svolgeranno dal 22 novembre al 6 marzo. Titoli classici, come Il Mago di Oz e Il Giro del Mondo in 80 Giorni, si alterneranno a spettacoli di circo teatro e clownerie. Fuori abbonamento è previsto uno spettacolo, Un Eroe sul Sofà, della compagnia Madame Rebinè, cui gli abbonati avranno diritto al biglietto ridotto speciale di 4 euro

. Sei gli appuntamenti previsti, invece, con il Teatro Amatoriale, che si svolgeranno dal 28 novembre 2015 al 12 marzo 2016, organizzati dalla Compagnia della Torre e da La Ribalta, in collaborazione con Nuova Scena Saccisica e l’assessorato alla cultura piovese. Tra questi spettacoli, spiccano titoli legati alla tradizione dialettale veneta, commedie brillanti ed un importante tributo a Giorgio Gaber. I biglietti per i singoli spettacoli, invece, saranno acquistabili da sabato 7 novembre 2015: l’intero è di 10 euro mentre il ridotto di 9. 15 e 13 euro sono le tariffe per Numero Primo ed Enigma. Per l’amatoriale, invece, il costo dei biglietti è di 7 euro e il ridotto di 6, mentre per le domeniche a teatro è previsto un biglietto unico di 6 euro. Per tutti gli spettacoli della rassegna e per le Domeniche a Teatro è prevista una prevendita on line dei biglietti nel sito www.vitaticket.it e, sull’acquisto, verrà applicato il diritto di prevendita. Sarà, inoltre, possibile acquistare i biglietti il giorno stesso dello spettacolo, dalle ore 20.00, per gli appuntamenti del serale, e dalle ore 15.00, per i pomeriggi domenicali, nella biglietteria del Teatro Filarmonico, fino ad esaurimento posti.

di
Linda Talato

Le più lette