Home Veneto Attualità Inquinamento dell'aria: Regione Veneto annuncia riunione Comitato di Indirizzo e Sorveglianza

Inquinamento dell’aria: Regione Veneto annuncia riunione Comitato di Indirizzo e Sorveglianza

smogCresce in Veneto l’apprensione per la pessima qualità dell’aria, che ha già spinto molti comuni a emettere ordinanze come abbassamento della temperatura in casa e targhe alterne in strada. Sono riscaldamento e traffico, infatti, i principali responsabili dell’inquinamento, secondo Arpav. “Un importante aiuto per tenerle sotto controllo verrà dal nuovo Piano Regionale di Tutela e Risanamento della qualità dell’aria, adottato dalla Giunta e ora all’esame del Consiglio” fa sapere l’assessore regionale all’ambiente Gianpaolo Bottacin, che aggiunge: “Attualmente in Veneto sono i comuni ad avere la responsabilità delle misure per l’inquinamento atmosferico nelle città, concordando a livello provinciale le misure da prendere in specifici Tavoli Tecnici Zonali. La Regione, tramite il Comitato di Indirizzo e Sorveglianza, ne effettua la supervisione. Il 30 dicembre convocheremo una seduta straordinaria di questo Comitato per affrontare insieme le criticità della situazione”.

Tra le azioni previste ci sono la concessione di contributi per incentivare la rottamazione delle stufe tradizionali con impianti ad alta efficienza energetica, il divieto d’uso in aree a rischio di inquinamento atmosferico degli apparecchi peggiori e insostenibili dal punto di vista ambientale per il riscaldamento degli edifici.

Sul fronte della mobilità: programmare e realizzare sistemi integrati di trasporto ferroviario regionale e trasporto locale, rinnovare il parco veicolare circolante del servizio di trasporto pubblico locale, “incentivare la diffusione del gas metano e GPL per autotrazione, incentivare la diffusione dei veicoli elettrici e dei veicoli a basso impatto ambientale, prevedere la limitazione della circolazione per i veicoli più inquinanti e la creazione di Low Emission Zone”.