Home Veneto Attualità Emergenza smog in Veneto, la Regione: "Servono interventi strutturali"

Emergenza smog in Veneto, la Regione: “Servono interventi strutturali”

smog-auto“I dati scientifici e oggettivi dimostrano che gli interventi spot non funzionano mentre quelli strutturali nel medio e lungo periodo stanno dando risultati positivi”. E’ il commento dell’assessore all’ambiente della Regione Veneto Gianpaolo Bottacin che ha presieduto ieri a Venezia la riunione straordinaria del Comitato di Indirizzo e Sorveglianza (CIS) per individuare linee comuni per affrontare le situazioni di criticità come quella che ha visto in queste settimane in alcune aree del Veneto per diversi giorni il permanere e l’accumulo degli inquinanti nei bassi strati dell’atmosfera. Da tre giorni l’emergenza è venuta meno grazie alla nebbia che ha contribuito ad abbattere le polveri sottili e al vento che ha ripulito l’aria.

L’assessore ha ricordato che in base alla normativa la possibilità di emettere ordinanze per l’inquinamento atmosferico nelle città resta in capo ai sindaci, concordando a livello provinciale gli interventi da attuare in specifici Tavoli Tecnici Zonali. Fondamentale è la raccolta dei dati effettuata da Arpav, da cui risulta che le sorgenti principali degli inquinanti sono il riscaldamento domestico, in particolare la combustione di biomasse, e le emissioni prodotte dal traffico dei veicoli sulle nostre strade. “Non siamo però all’anno zero – ha detto Bottacin – e gli interventi strutturali messi in campo da tutte le amministrazioni hanno consentito negli ultimi cinque anni una significativa riduzione media degli inquinanti a livello regionale. L’azione proseguirà con il nuovo Piano Regionale di Tutela e Risanamento della qualità dell’aria, adottato dalla Giunta e ora all’esame del Consiglio”.

In attesa di un incontro con il ministro, probabilmente il 12 gennaio, a livello veneto si procederà, come richiesto dal CIS, con un’azione informativa nei confronti di tutti i comuni sui dati Arpav e con una verifica dei contenuti di tutte le ordinanze comunali che sono state adottate.