Tiro con l’arco Codevigo: riparte la stagione internazionale indoor

Tiro con l'arcoRiparte la stagione internazionale indoor del tiro con l’arco e Guendalina Sartori è già protagonista. Per la campionessa di Codevigo il 2015 continua a essere foriero di soddisfazioni. Dopo i tanti successi estivi, “Guenda” centra subito un altro oro. Questa volta il palcoscenico è stato quello di Marrakech, in Marocco, dove a fi ne novembre si è disputata la prima tappa della Coppa del Mondo Indoor. L’azzurra, portacolori dell’Aereonautica Militare, è salita sul gradino più alto del podio, conquistando punti preziosi in prospettiva della classifi ca fi nale.

“Considerando che l’indoor non è la mia gara preferita” ha commentato Guendalina subito dopo la gara “non posso che essere contenta del risultato ottenuto in questa prima tappa. Ho posato il primo mattone verso la fi nale di Las Vegas. Continuerò a lavorare verso quest’obiettivo, senza dimenticare il grande appuntamento delle Olimpiadi di Rio. Ringrazio coloro che mi hanno fatto compagnia in questa avventura e gli sponsor che mi supportano in ogni gara”. Per l’Italia, complessivamente, è stato un vero e proprio trionfo. Dall’impianto marocchino i nostri alfi eri sono tornati a casa con un bottino di tre medaglie, di cui due ori e un argento.

Con Guendalina Sartori, che nel torneo individuale di ricurvo femminile ha sbaragliato la concorrenza, da sottolineare anche il risultato di Rachele Lelli, la quale si è esaltata nel torneo, sempre di arco ricurvo femminile, riservato alle juniores. Nel torneo maschile senior invece, la piazza d’onore è stata centrata da Matteo Fissore, bravo a raccogliere così a Marrakech il suo terzo alloro consecutivo, dopo l’argento 2013 e l’oro del 2014. Il secondo appuntamento della Coppa del Mondo andrà in scena il 9 e il 10 dicembre a Bangkok, in Tailandia. La World Cup continuerà nel 2016 con la terza tappa in programma dal 15 al 17 gennaio in Francia a Nimes e si concluderà con le fi nali di Las Vegas, negli USA, in programma dal 29 al 31 gennaio.

Alessandro Cesarato

Lascia un commento