Home Padovano Padova Nord Vigodarzere: sciopero dei vigili che disertano i mercati di Natale

Vigodarzere: sciopero dei vigili che disertano i mercati di Natale

alta pattuglia1Braccia incrociate per i Vigili dell’Unione dei Comuni del Medio Brenta. Gli agenti della polizia locale hanno proclamato uno sciopero che riguarderà tutte le manifestazioni e le festività straordinarie, a cominciare da quelle che interesseranno proprio questo periodo natalizio. Dallo stato di agitazione, dunque, si è passati alla proclamazione dello sciopero. Un atto necessario, secondo i Vigili, dopo il fallimento di ogni trattativa con i vertici dell’Unione.

Lo sciopero riguarderà venti giorni in un anno nel corso dei quali gli agenti non saranno disponibili per turni straordinari. I rappresentanti sindacali hanno definito quasi “offensivi” i 5 euro a servizio (6,5 la domenica) proposti tanto che hanno abbandonato il tavolo della trattativa. “Per festivi e serali – hanno fatto presente i rappresentanti sindacali dei Vigili dell’Unione – altri corpi di polizia percepiscono anche dieci volte di più”. Il calendario degli scioperi prevede la prima assenza durante i mercatini di Natale in programma a Vigodarzere a metà dicembre. E forse la coincidenza non è casuale: fu proprio in occasioni degli stessi mercatini del 2014 che gli agenti a non si videro più accreditare il pagamento degli straordinari. Un braccio di ferro che ha visto tutto il 2015 contraddistinto dallo stato di agitazione. I Vigili hanno cercato di evitare gli straordinari in occasione sempre di eventi particolari come feste, sagre, carnevali, maratone, sfilate storiche e mercatini, ma sono stati alla fine costretti a fare marcia. Un ordine di servizio emesso dal comandante li ha obbligati ogni volta a garantire il servizio, altrimenti sarebbero arrivati dei richiami. A tutt’oggi poi i servizi svolti non sarebbero ancora stati interamente pagati.

A questo punto, con una proclamazione di sciopero in atto, il potere di ordinare agli agenti di polizia locale di lavorare spetta solo al Prefetto nel caso intravveda, nella loro assenza, un potenziale pericolo per la sicurezza e l’incolumità dei cittadini. Dalla parte dei Vigili si è schierato pubblicamente il vicesindaco di Vigodarzere Moreno Boschello. “Questa situazione di disagio si protrae ormai da tempo, ripercuotendosi sui Comuni dell’Unione. Noi, invece, abbiamo bisogno di una polizia locale duttile, funzionale ad esempio su chiamata in caso di calamità naturali. Nelle condizioni attuali, però, non è possibile visto che con la turnazione attuale, per citare un caso recente, non c’è stata nemmeno una pattuglia disponibile per i rilievi di un incidente il sabato mattina. Abbiamo bisogno di una polizia locale di quartiere, presente nel territorio, non di una pattuglia fuggitiva, unica per tutti e tre i Comuni di Cadoneghe, Vigodarzere e Curtarolo. Meglio ridurre i turni da tre a due e creare una forma di reperibilità al bisogno”.

Nicoletta Masetto

Le più lette