Mira: i vista red portano nelle casse quasi 300 mila euro

semaforoMulte a go-go per chi passa con il rosso e casse dei comuni piene. Vediamoci chiaro. Con i Vista red a Campolongo Maggiore e a Mira sono state staccate multe per quasi mezzo milione di euro in tutto il 2015. Ora passare con il rosso rischia di costare carissimo. La sanzione per chi vene ripreso dal Vista red è di 168 euro, ma può scendere a 129, se si paga entro pochi giorni, o salire fino ad un massimo di 280 euro, nel caso in cui non si dichiari chi era alla guida. Gli impianti funzionano senza l’ausilio di flash (nel caso dei Vista red si tratta di telecamere), come i più classici degli autovelox, e quindi chi è alla guida non si rende conto subito di essere stato scoperto. Rilevano i veicoli in infrazione mediante una coppia di spire elettromagnetiche e registrano l’attraversamento dell’incrocio. Partiamo da Campolongo. A Campolongo gli incroci controllati dai Vista red sono due: il primo nella frazione di Bojon, lungo via XXV Aprile e via IV Novembre, e quello di Liettoli, lungo via Trentino e via Alto Adige.

Di media i due impianti insieme sanzionano 5/6 automobilisti al giorno. Le cose nel corso del tempo però sono cambiate. Appena installati si arrivava infatti anche a 10 multe al giorno. Complessivamente gli impianti hanno funzionato 9 mesi su 12, perché da fine giugno a settembre sono stati spenti. “Abbiamo rinnovato la gestione – spiega il sindaco Alessandro Campalto – e per ritararli ci sono voluti tre mesi. Hanno ripreso a funzionare solo a ottobre. La nostra filosofia non è quella di fare cassa, ma di educare gli automobilisti che con il rosso non si passa, perché si rischiano incidenti gravissimi. La gente deve essere consapevole che passare con il rosso è un fatto gravissimo, e queste violazioni possono provocare incidenti anche mortali”. Il sindaco poi chiarisce che gli incassi sono però potenziali e differiti nel tempo. Molta gente le multe non le paga e il Comune è costretto a girare le cartelle ad Equitalia per una riscossione coattiva.

Un altro Vista red è quello posizionato a Mira Porte all’incrocio fra la Brentana (via Nazionale), via Mocenigo e via Boldani, e qui i si registrano 3-4 infrazioni ogni giorno, soprattutto nelle ore serali. Il semaforo ha funzionato per tutto l’anno, e si prospetta un incasso di circa 200 mila euro per l’ente locale. Anche in questo caso la frequenza delle multe è stata molto più alta all’inizio dell’anno. La Polizia Locale di Mira infine registra un fenomeno decisamente preoccupante sulle strade, e in aumento. Sono sempre più i mezzi che non rinnovano l’assicurazione obbligatoria, e che circolano senza. I controlli della Polizia Locale comunque continueranno sulle strade anche con appostamenti e autovelox mobili. Continueranno anche i controlli con etilometri per fare l’alcoltest. Controlli che saranno fatti di sera anche da parte di carabinieri e polizia.

A.A.

Lascia un commento