Bebe Vio premiata veneziana dell’anno

bebe vioBeatrice “Bebe” Vio, giovane campionessa paralimpica di scherma, è stata premiata “Veneziana dell’anno” dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ieri mattina, nella cornice delle sale apollinee del Teatro La Fenice.

Il riconoscimento, nato nel 1978 dall’associazione Settemari, premia persone e istituzioni veneziane che hanno dato un contributo e prestigio alla città lagunare, e Bebe Vio, l’impavida 18enne che ha vinto l’oro di scherma ai Campionati Paralimpici del 2015, si è meritatamente guadagnata l’ambito premio.

“Bebe indica la strada dei gesti positivi, che dobbiamo far arrivare alle migliaia di giovani che fanno sport – ha commentato il sindaco Brugnaro -, attività importantissima nel completamento della formazione di una persona perché ti mette in discussione continuamente e davanti ai fatti. Io credo che la tenacia di Bebe sia un esempio di resilienza, quello che questa città ha sempre dimostrato di essere: una città che resiste.”

Erano presenti anche personalità che negli anni passati hanno ricevuto il premio. Tra questi, il Veneziano dell’anno in carica, il regista Damiano Michieletto, che ha passato la consegna a Bebe Vio. La giovane campionessa ha così commentato: “Sono orgogliosa di essere veneziana e di portare con me il simbolo della città in giro per il mondo. Lo sport è essenziale specialmente per chi è disabile e vogliamo cercare di far muovere quei ragazzi che avevano più speranze. Spero di portare a Rio, prossima grande sfida sportiva, il leoncino sulle spalle”.

Lascia un commento