A Chioggia nuovi abbracci con le copertine dell’Andos

andos chioggiaLa “sciarpa rosa” si trasforma e diventa tante copertine che le associate dell’Andos (associazione nazionale donne operate al seno) hanno donato a Gruppi missionari di Chioggia o a quanti ne faranno richiesta.

La consegna è avvenuta a novembre al Teatro Don Bosco in occasione dell’evento “I nuovi abbracci della sciarpa rosa – uniti per la prevenzione”, che ha visto protagoniste le stesse volontarie, molto attive per la riuscita della festa, insieme alle donne del Circolo degli Abbracci, che hanno letto alcuni loro testi. La manifestazione è stata allietata anche dalle allieve delle scuole “Arte e Danza – Hip Hop New Project” di Bianca Chiaretto e Gianluca Frezzato e del Centro Formazione Danza di Patrizia Aricò e Francesca Serafini si sono esibite in originali coreografie. Il sindaco di Chioggia Giuseppe Casson e i rappresentanti dell’Ulss14 – dottoressa Gilda Menini, direttore amministrativo a nome del Commissario Dal Ben, dottor Massimo Boscolo Nata, direttore del Dipartimento alla prevenzione, il direttore del reparto di Oncologia dottor Carlo Gatti e la dottoressa Anna Scola, oncologa presente nell’ambulatorio di senologia al momento della presa in carico della paziente – hanno ringraziato l’Andos per come si è attivata per la buona riuscita dello screening mammografico proposto ogni due anni.

La sfilata con la “Sciarpa rosa” lungo tutto il Corso del Popolo, la sua esposizione sulla spiaggia di Sottomarina (con un servizio televisivo su Rai 3, diventando così un evento promozionale per la nostra città) e infine le oltre 500 telefonate effettuate dalle volontarie alle donne come promemoria per l’esame di prevenzione hanno prodotto un risultato davvero importante: l’adesione delle donne che si sono sottoposte allo screening mammografico è infatti aumentata di circa il 20%, passando dal 58% della precedente campagna all’attuale 75%, mentre a cinque di esse è stata riscontrata la malattia in tempo utile per essere operate. Ancora una volta è stata ribadita l’importanza di una buona prevenzione e di uno stile di vita sano a partire da una corretta alimentazione e da un costante esercizio fisico: quello che le donne dell’Andos già sperimentano frequentando palestra, piscina e voga con il Dragon boat, attività organizzate dalla stessa Associazione.

Il pomeriggio di festa e solidarietà è stato poi completato da omaggi di mele e noci biologiche e, per i bambini, dei kit con istruzioni per fare i pon pon con la lana rosa avanzata dalla trasformazione della sciarpa. E questi pon pon hanno addobbato un albero di Natale allestito nell’atrio dell’Ospedale, dove sono stati consegnati questi singolari balocchi una volta confezionati.

Eugenio Ferrarese

Lascia un commento