Spinea: espulsi, rientrano in Italia per rubare auto di lusso: arrestati due albanesi

 

spineaErano stati espulsi dall’Italia, ma ci hanno riprovato: sono tornati per proseguire la loro attività criminale i due albanesi che ieri sono stati fermati a Orgnano (Spinea) dai Carabinieri di Mestre, per il reato di ricettazione in concorso.

I due giovani, K.E. e M.A. sono stati trovati in possesso di una lussuosa e nuovissima Mercedes classe ML rubata a Trebaseleghe (PD) qualche giorno prima. L’auto, parcheggiata nei pressi di Orgnano, non è passata inosservata ai carabinieri che si trovavano di pattuglia in zona. Così, effettuati i primi accertamenti, è risultata essere l’automobile rubata a Trebaseleghe il 9 gennaio scorso.

Dopo un appostamento in borghese, i carabinieri hanno sorpreso i giovani salire in macchina e hanno tentato di fermarli, ma i due sono fuggiti sfrecciando a tutto gas. E’ seguito un rocambolesco inseguimento tra i campi, resi fangosi dalle piogge dei giorni scorsi, ma sono riusciti a bloccarli entrambi, anche se il più agile aveva persino provato a gettarsi in un canale, all’interno del quale veniva raggiunto e fermato da uno dei carabinieri.

All’interno del SUV, i militari hanno rinvenuto i documenti personali del proprietario del mezzo, un imprenditore cinese residente nel comune del padovano, nonché numerosa attrezzatura per commettere effrazioni nelle abitazioni, come un piede di porco e varie paia di guanti.

I due sono così stati arrestati per ricettazione in concorso e condotti al carcere di Venezia. Da ulteriori accertamenti è emerso che uno dei due era stato espulso giudiziariamente dal territorio nazionale per la durata di dieci anni pochi mesi fa e nonostante il provvedimento coattivo, era comunque rientrato illegalmente in  Italia.

L’auto di ingente valore recuperata è stata sequestrata in attesa di essere restituita al proprietario.

Lascia un commento