Tornado in Riviera, è scontro in Regione: tutti contro tutti

tornado_venetoSe la dicono a colpi di comunicati stampa, l’assessore della Protezione Civile della Regione del Veneto, Gianpaolo Bottacin, e i consiglieri regionali del PD, Francesca Zottis e Bruno Pigozzo. Il motivo della bagarre è la gestione dell’emergenza tornado in Riviera del Brenta.

Il primo, punta il dito contro il Governo Renzi, che non ha erogato abbastanza fondi per aiutare le famiglie colpite dal tornado e dalla frana in Pieve di Cadore, i secondi rivolgono un j’accuse al Governatore Zaia, accusandolo di aver preso in giro le popolazioni della Riviera del Brenta, dal momento che i fondi erogati dalla Regione (4 milioni di euro) pare abbiano incontrato degli intoppi burocratici e non siano stati ancora messi a disposizione della popolazione. E a rimetterci sono i cittadini, a cui non nient’altro se non sfogare la loro rabbia nei confronti delle istituzioni.

“Capisco la rabbia di chi ha perso tutto – afferma l’assessore Gianpaolo Bottacin -, ma chiedo ai sindaci della Riviera del Brenta di non creare polemiche strumentali contro la Regione. Le modalità di erogazione dei contributi sono state condivise con le amministrazioni locali; non abbiamo predisposto moduli, creando intoppi burocratici, ma abbiamo indicato ai Comuni alcuni criteri per garantire regole certe e la massima trasparenza e per agevolare i cittadini più bisognosi”.

Dallo scranno opposto, controbattono i consiglieri del PD Francesca Zottis e Bruno Pigozzo, annunciando la presentazione di un’interrogazione sul caso: “Sembra che Zaia e la Regione abbiano letteralmente preso in giro le popolazioni della Riviera del Brenta. Una situazione allucinante, piena di complicazioni procedurali e con una gestione che ha scoraggiato molti cittadini e imprese”. “Da lungo tempo chiedevamo di procedere con rapidità e metodi semplificati con le erogazioni dei risarcimenti – hanno detto i due esponenti del Pd – Invece è accaduto esattamente il contrario, vista la reazione inviperita delle amministrazioni comunali e delle popolazioni rivierasche. “Esigiamo – e concludono – una risposta rapida da parte della Giunta su quali saranno le azioni che verranno messe in campo per risolvere questo caos e consentire le erogazioni attraverso procedure semplici e veloci”

Bottacin, inoltre, aveva già lanciato un appello a Renzi chiedendogli ulteriori finanziamenti e precisa che “la Regione Veneto ha già anticipato somme bensuperiori ai quattro milioni del Governo, nonostante la competenza precipua sia statale.Spero che i sindaci colpiti dalle calamità – precisa Bottacin – condividano questo ragionamento e a loro volta scrivano al Governo per sollecitare quanto gli dovrebbe spettare di diritto”.

 

Lascia un commento