Home Animali Una vocazione per gli animali: il rifugio Città degli Angeli di Cavarzere

Una vocazione per gli animali: il rifugio Città degli Angeli di Cavarzere

Morrison e Sonia2Sonia Paccagnella dirige, con immensa dedizione, dal 1998 la famosa Città degli Angeli, rifugio per animali, nella frazione di Cavarzere, Grignella.

Come è nata questa vocazione per gli animali?

Originaria di Padova, sin da piccola amavo gli animali e il contatto con la natura, perciò finiti gli studi ho cercato di spostarmi dalla caotica città per trovare uno spazio tranquillo dove costruire il mio sogno. La prima casa che visitai è proprio quella dove oggi esiste Città degli Angeli. Me ne innamorai subito e vedevo con il cuore e la mente come sarebbe diventata.

Da dove hai iniziato?

Ho iniziato a ospitare e raccogliere cani e gatti abbandonati o randagi, ma col passare del tempo mi sono resa conto che a livello sociale mancava un riferimento per le famiglie del territorio a cui fare riferimento in caso di necessità con il proprio amico a quattro zampe.

Come può essere definita la  vostra missione?

Fortunatamente grazie a molti volontari che in questo ultimo periodo mi aiutano riusciamo a fare tanto all’interno del parco. Un altro aiuto indispensabile per le adozioni sono i social networks, infatti,  attraverso la nostra pagina possiamo proporre le creature che cercano casa e pubblicare, fortunatamente , le moltissime storie a lieto fine. Stimiamo infatti che ultimamente, sono circa 100 le adozioni all’anno.

Quale è il vostro obiettivo?

Siamo una organizzazione no-profit, tra poco Onlus, che cerca di creare un mondo più giusto dove anche gli animali meno fortunati trovino dignità e amore. Lo facciamo tracciando un ponte tra l’abbandono che l’animale ha subito e una nuova opportunità. 

Cosa fate nel concreto? 

Promuoviamo attraverso campagne come “ adotta un angelo a distanza” e “ campagna filariosi 2016”, ed eventi divulgativi la nostra attività, cercando volontari, e materiale sempre utile. Viviamo grazie al supporto di volontari e dell’immenso amore che abbiamo per queste creature e che ricambiano in ogni momento.

Una storia, quella di Sonia, unica di una grande donna con un grande cuore. Ci insegna che da una passione può nascere qualcosa di estremamente utile per la comunità e di un valore umano che di questi tempi necessita di essere riscoperto.

Le più lette