Basso Polesine, denunciati due autori di truffe online

carabinieri-truffa-onlineAncora due episodi di truffe online nel Basso Polesine. Gli autori, entrambi con precedenti, sono un 18enne e un 27enne originari del Lazio, ma da anni vivevano l’uno a Taglio di Po, l’altro a Papozze (RO). Entrambi sono stati scoperti dai Carabinieri e denunciati a piede libero per truffa.

Il primo episodio riguarda la contrattazione on-line di uno smartphone di ultima generazione tra S.P., un 18enne pregiudicato della provincia di Roma, ed un 27enne di Taglio di Po. Dopo aver pattuito l’acquisto del cellulare per l’importo di 150,00 euro, il 18enne si è fatto prima accreditare la somma su una carta prepagata ricaricabile, rendendosi successivamente irreperibile. Le indagini telematiche sviluppate dagli investigatori dell’Arma nelle settimane successive alla formalizzazione della denuncia da parte della vittima, hanno permesso di risalire a S.P., che è stato così denunciato a piede libero alla magistratura rodigina per truffa.

Il secondo episodio, invece, ha riguardato la compravendita di un giubbotto griffato. In questo caso una 48enne di Papozze aveva pattuito, su un sito di annunci on-line, l’acquisto del capo di abbigliamento per un importo pari a circa 300,00 euro con A.R., un 27enne della provincia di Latina, già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi. Questa volta, in maniera più scaltra, dopo aver ricevuto l’accredito della somma pattuita su una carta prepagata ricaricabile, il protagonista della truffa ha fatto recapitare alla controparte un giubbotto diverso da quello descritto nel sito, risultato di foggia nettamente più scadente. Anche in questo caso, le indagini condotte dai Carabinieri a seguito della denuncia hanno fatto piena luce su tale episodio di truffa sul web. Anche A.R. è stato così denunciato in stato di libertà alla magistratura del capoluogo per truffa.

Lascia un commento