Chioggia: mangiare consapevoli, nuovi incontri

benezzere cibo chioggiaUn’altra conferenza di successo per Muoviti, il programma di fitness a Chioggia che punta alla divulgazione della cultura del benessere del corpo e della mente. Questo primo appuntamento del 2016 dedicato alla Mindful Eating, ovvero lo stile di vita di chi mangia con consapevolezza, ha richiamato una folta platea di curiosi, che mercoledì 27 gennaio hanno seguito il workshop di Muoviti presso l’Hotel Le Tegnùe di Sottomarina. L’osteopata Boscolo Enrico Nata e la terapista in ayurveda, nonché insegnante di yoga, Lara Muraro, insieme alla psicoterapeuta Silvia Ferrara, hanno guidato il pubblico accorso alla scoperta di una nuova visione di come e cosa mangiamo. “La via per coltivare una relazione consapevole col sé passa anche attraverso ciò che mettiamo in bocca – ha spiegato Lara Muraro – I ritmi frenetici della vita quotidiana ci portano ad avere poco tempo per noi stessi e a non pensare a come ci nutriamo o se manteniamo il corpo e la mente sani.”

Negli ultimi anni, si è diffusa la tendenza a ricercare maggiore consapevolezza e comunione con se stessi, nonostante il costante bombardamento di stimoli che ogni giorno riceviamo dall’ambiente di lavoro, familiare, televisivo e soprattutto virtuale. Quando i sintomi dello stress affliggono direttamente il sistema nervoso e immunitario, anche il peso-forma ne risente. Il Mindful eating, nutrirsi in modo consapevole, ha lo scopo di curare e prevenire queste forme di trascuratezza del corpo e dello spirito. “Mangiando coscientemente pratichiamo una nuova attenzione e osserviamo quale comportamento alimentare assumiamo – suggerisce Lara Muraro, naturopata e terapista Ayurveda – Col tempo smetteremo di mangiare in modo meccanico, sull’onda delle nostre emozioni. Infatti, il Mindful eating può educare alla pratica quotidiana del qui e ora, e a realizzare con maggior consapevolezza i cambiamenti del nostro stile alimentare”.

Rallentare, sedersi e concentrarsi sul piatto. Questi i consigli dei relatori della serata, che si è colorata anche di un’esperienza diretta di Mindful eating per i presenti, che hanno potuto assaporare in modo nuovo dei chicchi di uvetta passa, guidati in meditazione dalla voce della terapeuta Laura Muraro. “Un’attività del genere – ha aggiunto la psicoterapeuta Silvia Ferrara – se praticata con costanza per pochi minuti al giorno, per almeno due mesi, è scientificamente provato che aumenterà l’attività dell’ippocampo e la riduzione dell’amigdala, sede anatomica dello stress – e conclude – L’obiettivo da non perdere di vista, però, rimane l’ascolto profondo di sé e dei ritmi della natura, soprattutto delle stagioni dell’anno e della vita”. Il prossimo appuntamento inserito nel ciclo d’incontri promossi da Muoviti, sarà a febbraio e verrà dedicato all’educazione all’atto respiratorio e alla tradizione.

Samuel Bozzato, sensei karate goju-kay e istruttore fitness; Enrico Nata, osteopata e consulente sportivo; Alberto Rossetti, massofisioterapista e preparatore atletico; Diego Cecchinato, allenatore nuoto FIN, si rivolgeranno ad atleti e appassionati che vogliono migliorare la performance sportiva, mettendo a confronto la consapevolezza dell’azione nel karate, nel nuoto e nel cardiofitness con un’attenzione particolare alla scienza respiratoria. La partecipazione è aperta al pubblico previa iscrizione presso le segreterie di Clodia Piscina&Fitness o Sport Life Group. Per ogni aggiornamento, è possibile consultare la pagina Facebook di “Muoviti – il fitness a Chioggia”.

Sara Boscolo Marchi

 

Lascia un commento