Noale, pronto l’allargamento di via Mestrina

via mestrinaUna nuova ipotesi si sta facendo strada per risolvere il problema di via Mestrina a Noale: degli indennizzi per consentire alle famiglie interessate di potersi costruire una casa altrove. Poiché tra la città dei Tempesta e Salzano non si riesce a trovare una soluzione, Noale ha avanzato la possibilità all’assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti.

“Abbiamo chiesto alla Regione – spiega l’assessore all’Urbanistica Alessandra Dini – di considerare il trasferimento degli abitanti. Invieremo le foto alla Città metropolitana”. Da quattro anni i residenti lamentano inquinamento, crepe nei muri, traffico sostenuto e rischi per entrare e uscire dalle case. Ci sono state delle forti proteste. Il problema va oltre i 30 i residenti della zona, si sta parlando della sicurezza di una strada stretta dove transitano migliaia di veicoli al giorno, molti quelli pesanti. Salzano è contraria a costruire un by-pass dalla rotonda di via Mestrina fino a via Cornarotta, dove ne nascerebbe un’altra, a ridosso dell’attività “Il Germoglio” nella frazione di Robegano, e preferirebbe una soluzione più larga, con un’arteria che viaggi più su Noale e sbuchi a metà di via Cornarotta, al confine tra Scorzè e Salzano. La proposta costerebbe di più rispetto al “semplice” by-pass e non si sa Palazzo Balbi sino a quanto voglia spingersi per finanziarla. La Regione potrebbe studiare l’idea indennizzo, in modo da “liberare” i residenti dal traffico e polveri sottili o decidere di realizzare una bretella, con meno soldi possibili e risparmiare suolo.

 

Alessandro Ragazzo

Lascia un commento