Politiche sociali, gli assessori: “Sui lavori di pubblica utilità la Regione ci aiuti”

manutenzione spazi pubblici1Una delegazione di assessori alle Politiche sociali della Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 13 si è recata in Regione per capire se sarà nuovamente al loro fianco, sostenendo progetti per i lavori di pubblica utilità. Quest’anno i Comuni si vogliono prendere per tempo e con gli assessori hanno incominciato a bussare alla porta della Regione. Federico Calzavara, assessore di Pianiga, accompagnato dalle assessore Carlotta Vazzoler di Dolo, Laura Rosanova di Spinea e Donatella Zambolin di Vigonovo hanno ribadito l’importanza per il territorio del progetto. “Grazie ad una contribuzione regionale di oltre 300 mila euro – spiegano – con la partecipazione comunale di 100 mila euro, e il contributo della Fondazione Riviera del Brenta-Miranese, delle Caritas di Padova, Treviso e Venezia e l’anticipo della contribuzione regionale a tasso agevolato da parte della Banca di Credito Cooperativo Santo Stefano, nel 2014 sono stati attivati 70 percorsi lavorativi che hanno permesso di alleviare le difficoltà economiche e lavorare per la collettività”.

Si sono affrontate questioni di politiche attive sul territorio oltre che di sostegno al reddito, di esempi virtuosi da emulare per l’accompagnamento e l’inserimento nel mondo del lavoro di persone fragili o diversamente abili. “Sarà importante – dicono gli assessori – pensare a strumenti collaterali come ad esempio tirocini, stage e borse di studio, facendo ricorso anche ai bandi Europei come l’utilizzo del Fondo sociale europeo, o ricorrendo al bando Aict che sarà pubblicato sul sito della Regione. La Regione trovi la forza per affiancare i Comuni in questo percorso, contribuendo a questo progetto”. Gli assessori tornano a casa con un importante passo avanti: tenere aperta una finestra per i propri cittadini in ambito di politiche sociali di sostegno al reddito e in ambito di lavoro.

Giacomo Piran

Lascia un commento