Dopo gli attentati a Bruxelles controlli intensificati a Padova

Basilica_di_Sant'Antonio_da_PadovaA poche ore dagli attentati in Belgio e in vista delle festività pasquali, sono stati rafforzati i servizi di vigilanza agli obiettivi sensibili a Padova e in provincia.  La Questura di Padova fa sapere che le Unità Operative Primo Intervento, dotate di arma lunga e auto blindate, hanno intensificato l’attività di controllo del territorio a integrazione dei dispositivo quotidianamente schierato dalla Squadra Volanti  e dagli altri uffici operativi della Questura.

La Digos ha intensificato la presenza in abiti civili dei propri uomini nei luoghi più a rischio anche in relazione alle celebrazioni religiose della Settimana Santa.  I militari dell’operazione “Strade Sicure” sono stati posti a presidio dei luoghi  di culto e di interesse artistico in questi giorni particolarmente affollati da pellegrini e turisti provenienti anche dall’estero.

Particolare attenzione è stata anche rivolta anche ad un quadrangolare di calcio under 19 che vedrà scendere in campo, in questi giorni, le squadre di Italia, Israele, Turchia e Svizzera.  Aumentati i controlli anticrimine presso i caselli autostradali e la stazione ferroviaria con il concorso della polizia stradale e ferroviaria.  Disposti servizi straordinari antirapina con l’ausilio del Reparto prevenzione crimine del Veneto che pattuglierà le aree cittadine più a rischio.  Impiegate le unità cinofile a presidio delle aree verdi e dei parchi cittadini.

Lascia un commento