Calcio. Per Us Codevigo il girone di ritorno parte sotto i migliori auspici

SPORT CODEVIGO rossano spinelloIntervista con Rossano Spinello, responsabile del settore giovanile dell’U.s. Codevigo calcio.
Sono iniziati i gironi di ritorno per tutte le categorie. Come si stanno comportando le vostre squadre?
“I gironi di ritorno sono partiti sotto i migliori auspici vista la crescita che stanno avendo le squadre. Questo è legato ad una serie di fattori tra i quali la forte e continua presenza dei ragazzi agli allenamenti, al fatto che nonostante le rose di giovanissimi e allievi fossero numerose abbiamo perso un solo ragazzo su 42 tesserati e al grosso impegno che ci stanno mettendo anche le due formazioni esordienti che pur non avendo rose ampie stanno portando avanti una stagione straordinaria ricca di soddisfazioni. Una menzione va fatta anche ai pulcini che continuano a crescere settimana dopo settimana, sia come crescita tecnica che nel numero di atleti. Discorso analogo va fatto per i piccoli amici 2009/2010. Senza infine dimenticare la squadra dell’annata 2008, la nostra corazzata di piccoli campioncini”.
Novità per quanto riguarda tutto il settore giovanile?
“Una grossa novità introdotta da gennaio e che seguivo da un po’ di tempo è “You Coach”, un sistema informatico a disposizione degli allenatori per preparare gli allenamenti con una miriade di esercizi suddivisi per tipologia e difficoltà, che aiuta a gestire la squadra monitorando presenze, infortuni e crescita tecnica, giocatore per giocatore. In questa maniera risulta più facile anche per me osservare i lavori svolti e tenere sotto controllo tutto l’andamento tecnico e gestionale del settore giovanile. Devo davvero ringraziare il direttivo che mi ha accontentato nell’acquisto del sistema gestionale. Un’altra grossa novità arriverà a maggio, ma per questo dovrete attendere perché è una sorpresa che vogliamo fare ai nostri ragazzi del settore giovanile”.
Il tuo rapporto con l’U.s. Codevigo?
“L’entusiasmo è dato dall’ambiente in cui mi trovo. Chiaro che alla base di tutto c’è la passione per il calcio giovanile, ma se lavori in un ambiente che ti piace e con persone, anzi amici, competenti e che rispettano ognuno il proprio ruolo, il lavoro diventa un piacere. Tutto questo credo sia alla base della crescita esponenziale, sotto tutti punti, di vista di questa società. All’ultima riunione dei dirigenti erano presenti 43 persone a cui vanno aggiunti 9 allenatori. Il grande merito del nostro presidente Adriano Viale è quello di avere costruito una grande famiglia”.

Alessandro Cesarato

Lascia un commento