Chioggia, Leonardo Ranieri è il nuovo vicepresidente dei balneari

Nuova  Scintilla 24/3/2013  Chioggia:  Leonardo RanieriIl noto imprenditore chioggiotto Leonardo Ranieri alla vicepresidenza del Sindacato Italiano Balneari. Si tratta di un passo in avanti importante per l’imprenditoria balneare clodiense, che adesso spera di contare maggiormente a livello nazionale.

“Abbiamo condiviso all’interno di Unionmare Veneto la necessita che ci fosse un partecipazione maggiore all’interno del sindacato nazionale — spiega l’imprenditore chioggiotto 52enne — l’ottimo lavoro fatto sul tema del demanio marittimo nella nostra regione ci ha dato slancio per raggiungere questo risultato”. Ranieri, che è da tre anni presidente di Unionmare Veneto, l’organizzazione a livello regionale che riunisce i consorzi di gestori di stabilimenti balneari, pone tra i suoi obiettivi innanzitutto quello della risoluzione del nodo concessioni. “Discuteremo le possibili soluzioni che garantiscano futuro e certezze a 30mila imprese — assicura — e solleciteremo il Governo ad assumere le necessarie iniziative. Scenderemo a Roma in migliaia per chiedere che si chiuda la stagione dei rinvii e che, all’interno delle norme europee, si cerchi una soluzione che altri paesi in Europa hanno già trovato, per dare stabilità alle imprese”.

La confederazione nazionale adesso trova, all’interno del suo consiglio, un presidente nazionale (Maurizio Vianello per Faita), un vicepresidente nazionale (Erminio Alajmo di Fipe), Marco Michielli (vice nazionale di Federalberghi e Confturismo). Il Sib rappresenta una realtà molto importante nel panorama nazionale, con 28mila concessioni rilasciate per finalità turistico-ricreative con strutture amovibili e circa 1.000 pertinenze demaniali marittime con manufatti inamovibili di proprietà dello Stato. Il Sib ricorda che l’Italia, “con i suoi 7.458 chilometri di costa, si distingue per la sua specificità in ambito europeo”. In Italia, infatti, si riscontra una larga diffusione sul demanio marittimo di stabilimenti balneari, oggetto di concessione.

 

Andrea Varagnolo

Lascia un commento