Conselve, la Rsa cambia gestione dopo decenni

cons ospedale4Dopo decenni cambio di gestione alla Rsa, la Residenza sanitaria assistita all’ospedale di Conselve nella quale sono ricoverati 59 anziani non autosufficienti. La casa di riposo “Beggiato” si è vista respingere dal Tar del Veneto il ricorso sulla gara per l’affidamento della gestione della Rsa. I giudici amministrativi non hanno accolto la tesi della Casa di Riposo che contestava l’aggiudicazione del servizio alla società di Udine “Sereni Orizzonti”.

Per oltre trent’anni l’istituto conselvano ha gestito la Rsa all’interno dell’Ospedale finché più di un anno fa l’Uls 17 ha bandito una gara per il rinnovo dell’assegnazione. A sorpresa è risultata vincitrice la “Sereni Orizzonti”, la società di Udine che ha costruito decine di case di riposo, tra le quali quella di ormai imminente apertura a Bovolenta. La “Beggiato”, battuta sull’offerta economica, aveva scelto la strada del ricorso a Tar ottenendo così due proroghe nella gestione, l’ultima delle quali scade il 31 marzo. A questo punto la Beggiato potrebbe giocare la carta del ricorso al Consiglio di Stato, intanto però si fa sempre più concreto il passaggio di consegne della Rsa alla “Sereni Orizzonti” dal prossimo primo aprile. Come previsto dal bando di gara l’azienda subentrante si impegna ad assumere il personale attualmente in forze alla Rsa.

C’è già stato un primo incontro tra la Sereni Orizzonti e i rappresentanti sindacali dei lavoratori precari, una quarantina in tutto. 26 operatrici sanitarie e dieci infermieri dovrebbero essere subito assunti nella Rsa, i rimanenti potrebbero essere selezionati per la casa di riposo di Bovolenta. Non manca la preoccupazione per il futuro occupazionale. Intanto sul fronte politico il gruppo “Insieme per il bene comune” caldeggia il ricorso al Consiglio di Stato per evitare che “Conselve rischi di perdere anche questo servizio sanitario presente da sempre nel nostro territorio”.

Nicola Stievano

Lascia un commento