Elezioni Adria, Zambon candidato del centrosinistra

nicola zambonNicola Zambon, avvocato, è il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni comunali. Lo hanno deciso i votanti alle primarie del 6 marzo. Zambon ha superato l’altro candidato Matteo Stoppa, già capogruppo di opposizione in consiglio comunale: 392 preferenze contro le 321. Soddisfatto per la partecipazione al voto il coordinatore del Pd Adriese Sandro Gino Spinello, che aggiunge: “E’ stata una campagna molto corretta”. Gli fa eco Zambon: “È stata una campagna correttissima – commenta -, hanno partecipato non solo gli iscritti al Pd ma moltissimi altri cittadini del centrosinistra e anche altri che non hanno mai fatto politica. Mi sono messo a disposizione per risollevare la città dalla gravissima crisi economica, sociale, amministrativa e politica in cui si trova per colpa dell’attuale amministrazione”. Archiviate le primarie, si riparte con la campagna. Sul programma ha le idee chiare: “Tema essenziale è la questione giovanile: bisogna trovare risorse e opportunità per i giovani, cosicchè non debbano più a emigrare da Adria. Inoltre, sono prioritarie le esigenze delle persone in difficoltà economica”. Quindi la cultura e il turismo, da valorizzare con un sistema integrato tra i comuni del Delta. “Va ridiscusso il ruolo del Comune nell’Ente Parco e negli altri enti della provincia”. Ancora: cercherò di accedere ai finanziamenti comunitari e di riportare ad Adria l’ufficio del giudice di pace la cui chiusura è stata una sciagura per la nostra città, dovuta all’inerzia dell’attuale amministrazione”. Quindi la sanità: “Farò in modo che il nostro ospedale non venga chiuso, che la casa di riposo rimanga pubblica e sia ristrutturata”. Infrastrutture: “Abbiamo collegamenti viari fermi al 1930, quindi mi batterò in tutte le sedi opportune perchè sia iniziata la Nogara Mare e non si perda la speranza della Romea Commerciale”. Dove trovare le risorse? “Evitando spese inutili o non indispensabili, come fatto da questa amministrazione. Lo farò con una squadra di amministratori esperti, preparati, onesti”.

Giorgia Gay

Lascia un commento