Il mal di schiena, le cause e le cure

massaggio-osteopatia-osteopata-mal-di-schiena-riminiChiunque ha provato nel corso della propria vita il “mal di schiena”. La colonna vertebrale è una struttura molto complessa, sottoposta a stress continui, le cui funzioni principali sono di consentire la stazione eretta, di muoverci e camminare.

Quali sono le cause più comuni del mal di schiena?
Le più frequenti riguardano: traumi e distrazioni a muscoli e legamenti che sorreggono la colonna vertebrale, per sovrappeso, cattiva postura, sollevamento di pesi.
Spondilolistesi degenerativa: è un movimento anomalo tra le vertebre conseguenza dell’ artrosi, che può comportare lo scivolamento di una vertebra rispetto ad un’altra, con intrappolamento o stiramento dei nervi spinali.
La stenosi: avviene quando si riduce lo spazio attorno al midollo spinale. Questo provoca compressione sul midollo spinale stesso e sulle radici nervose. Il sintomo principale è la “ claudicatio spinalis ”ovvero la difficoltà di camminare e il doversi addirittura fermare dopo un breve tragitto, per l’ aggravarsi dei sintomi dolorosi che si irradiano dalla regione lombare agli arti inferiori. La discopatia degenerativa: con il passare degli anni i dischi intervertebrali vanno incontro a fenomeni degenerativi. Nei casi più gravi possono collassare provocando anche la degenerazione delle articolazioni intervertebrali, con dolore persistente ed inabilità.

Ernia discale: avviene quando il disco si rompe ed il contenuto fuoriesce nel canale vertebrale provocando compressione del midollo spinale e delle radici nervose. Il sintomo classico in questi casi è la lombosciatalgia, cioè un dolore irradiato dalla schiena fino al piede, spesso molto violento ed invalidante.
Fratture osteoporotiche: nei pazienti anziani affetti da osteoporosi, facilmente, anche senza traumi evidenti, le vertebre si rompono e “crollano” ad uno o più livelli, provocando una sintomatologia dolorosa molto invalidante.

Va ricordato che esistono fattori che favoriscono l’insorgere di patologie dolorose a carico della colonna vertebrale :
– l’ obesità, spesso correlata con un’ alimentazione errata;
– una vita sedentaria, per l’inevitabile indebolimento dei muscoli che sorreggono la colonna vertebrale;
– no scorretto utilizzo della colonna vertebrale, con l’insorgenza di difetti posturali;
– determinate professioni, come autisti e tassisti, e coloro che fanno lavori pesanti che favoriscono la precoce insorgenza di patologie discali.

Quali sono oggigiorno le possibilità terapeutiche?
Innanzitutto va attuata la prevenzione, finalizzata ad evitare tutti i fattori favorenti, in particolare quelli elencati sopra, quindi attuare una alimentazione corretta evitando il sovrappeso, esercizio fisico, per evitare l’ indebolimento dell’ apparato muscolare, apprendimento di come usare correttamente la colonna vertebrale nella vita quotidiana (back school).

Quando è necessario un trattamento terapeutico che cosa si puo’ fare?
Le cure farmacologiche e fisioterapiche vanno bene negli episodi iniziali e nelle forme leggere. Quando invece siamo di fronte a patologie “aggravate“ e persistenti ricorriamo alla chirurgia miniinvasiva (con piccole incisioni) e microscopica (cioè con l’utilizzo del microscopio operatorio), ma anche endoscopica: queste tecniche consentono ricoveri brevi, 1 o 2 giorni, procedure a basso o bassissimo impatto, sicure, efficaci. Possiamo per esempio rimuovere un’ernia del disco avvalendoci del microscopio operatorio con un incisione piccolissima, oppure risolvere una stenosi lombare con una decompressione miniinvasiva interspinosa, o guarire nell’immediato un crollo vertebrale osteoporotico mediante una iniezione di cemento biologico (cifoplastica).

POliaMBULATORIO
Poliambulatorio Vespucci
Dott. Mario Bortolato
via Vespucci n°135/136
30015 Sottomarina
di Chioggia (Ve) – Tel. 041.490754 – Fax. 041.5548329
info@poliambulatoriovespucci.it
www.poliambulatoriovespucci.it

Lascia un commento