Martellago, boom di richieste per il distretto del commercio

martellagoUn buon riscontro arriva alla partecipazione del bando al Distretto del commercio di Martellago, era nato per migliorare il decoro urbano e inserito all’interno del progetto pilota regionale “Martellago tra terra e acqua”. Infatti sono arrivate 25 richieste da parte dei negozianti, che entro maggio dovranno aprire i cantieri. La maggior parte delle domande riguarda la sistemazione esterna del proprio negozio, ma anche potenziare e ammodernare l’impianto di videosorveglianza. Ma tra le opzioni c’erano pure sostituire le luci con apparecchi ad alta efficienza, cambiare gli infissi e le serrande con vetri blindati antisfondamento.

Nello specifico, delle 25 richieste pervenute, 18 arrivano da Martellago, 4 da Olmo e 3 da Maerne. Quasi un terzo delle attività richiedenti rientrano nelle categorie giovani, donne, ma anche voglia di iniziare qualcosa in proprio e che senza il contributo del 50 per cento, con buona probabilità, non sarebbero stati realizzati. L’importo totale dei lavori preventivati, da fare entro il prossimo maggio, è di oltre 249 mila euro. Per ciascuna domanda è previsto uno stanziamento minimo di 1000 euro con un investimento di almeno 2 mila euro e un importo massimo di 5 mila euro se si spendono 10 mila euro e più. Dunque il contributo complessivo per le aziende è di poco superiore agli 82 mila euro, una somma maggiore rispetto di quasi 30 mila euro a quella messas a disposizione dal Comune, ovvero 55 mila euro.

Ma l’assessore alla Promozione del territorio Valerio Favaron fa sapere che si farà il possibile per accontentare tutti, magari coprendo la parte mancante di denaro. Gli obiettivi sono più d’uno, proprio per dare un volto nuovo ai centri del territorio. Il primo è intervenire negli spazi pubblici, ristrutturando l’arredo urbano e il patrimonio edilizio destinato al settore, il secondo, è l’impegno da parte del Comune di introdurre nuove misure fiscali a vantaggio della categoria. Poi migliorare i servizi legati all’accoglienza turistica per aumentare le presenze sul territorio e, infine, puntare sulla promozione, sfruttando anche la rete internet. Al progetto aderiscono, tra gli altri, il Comune come capofila, la Pro Loco, la Cna, la Cgia, la Cia, le associazioni Maerne Viva, Vivi Martellago, Maerne Fiere, la cooperativa Media Luna e il Circolo 1554.

 

Alessandro Ragazzo

Lascia un commento