Ponte San Nicolò resta senza piscina per l’estate

swimming-poolAl netto di miracoli, l’estate 2016 a Ponte San Nicolò sarà la prima, dopo decenni, senza una piscina aperta al pubblico. Sono chiusi da novembre infatti gli impianti sportivi del Boomerang Club di via Vecellio, a pochi passi dal ponte in ferro centro del paese. È scaduta infatti la convenzione che durava da quindici anni tra Giampaolo Mazzetto, proprietario del ristorante all’entrata del polo sportivo, e i titolari degli impianti, la piscina esterna, i campi da tennis e le tensostrutture per il calcetto estesi per quasi ventimila metri quadrati.

Il contratto di affitto è scaduto, ma nessun altro ha preso in gestione il club, che ora, dall’argine, appaiono abbandonate e rovinate dalle intemperie di questi mesi. Sul futuro del Boomerang, sede di centri estivi, manifestazioni ed eventi l’incertezza è più fitta che mai. Resta aperto invece il ristorante, sempre a guida del proprietario Giampaolo Mazzetto: “Il gruppo podistico continua a venire da noi per cambiarsi – spiega Mazzetto – ma ora da novembre abbiamo abbandonato gli impianti sportivi, ora per terra smontati. Non sappiamo cosa farà la proprietà”. Preoccupate in primo luogo le associazioni sportive di Ponte San Nicolò, che nella struttura privata del Boomerang Club trovavano spesso sede di allenamento durante i mesi invernali. L’amministrazione comunale ha tentato una mediazione tra le parti, senza però ottenere alcun risultato. Sembra certo che per questa estate nessuno vi potrà nuotare o giocare a calcetto.

 

Andrea Canton

Lascia un commento