Rifiuti a Rovigo: arrivano i cassonetti con il chip

cassonetto microchipPoche settimane dopo l’insediamento a palazzo Nodari, il sindaco Bergamin aveva annunciato uno dei propri obiettivi: realizzare la raccolta differenziata spinta (il cosiddetto “porta a porta”) anche nel capoluogo.
A quanto pare, però, il porta a porta in città avrebbe dei costi difficilmente sostenibili ed ecco, quindi, l’asso nella manica: un nuovo sistema di raccolta attraverso i cassonetti a tessera.
La novità servirà anche per far fronte ai furbetti della Tari, ovvero, quelli che non pagano la tariffa rifiuti (attualmente sono circa 400 i nuclei familiari insolventi).
Il servizio dovrebbe entrare in vigore entro fine anno: ai nuovi cassonetti per la raccolta del secco indifferenziato, collocati in apposite isole ecologiche allestite in città e nelle frazioni, si accederà tramite un’apposita tessera dotata di microchip che registrerà i conferimenti ed il pagamento della Tari.

Elisa Barion

Lascia un commento