Notizie
HomeVenezianoMiranese SudMirano, riparte il progetto del passante verde

Mirano, riparte il progetto del passante verde

Luisa Serato presidente CAVRiparte da Mirano il progetto del Passante verde, che dovrà isolare l’autostrada con 2 spesse fasce boscate, in prossimità dei centri abitati. L’annuncio è stato dato dal presidente di Cav, Concessioni autostradali venete, Luisa Serato, in un incontro con il comitato “Viabilità Sicura” di Scaltenigo e Ballò.

Nel faccia a faccia Serato ha potuto non solo fissare tempi e modalità per realizzare le fasce arboree lungo il Passante, ma spiegare le modalità con cui il progetto potrà essere attuato in tempi brevi. “E’ la mia priorità – ha detto Serato – Tecnicamente le opere relative al Passante in senso stretto sono state completate, rimane solo il Passante verde, che avrà un nuovo impulso e verrà realizzato grazie ad accordi con i proprietari dei terreni. Solo intese, nessun atto d’imperio”.

Per i tempi Serato prevede sei mesi per giungere a un buon numero di accordi con tutti i privati proprietari dei terreni poi per realizzare il bosco lineare in sé, non ci vorrà molto. Il 2016 sarà l’anno della svolta. “Gli accordi verteranno sull’estensione del terreno da cedere al Passante verde e sulle essenze da far attecchire”. Serato ha confermato di voler partire da Mirano, già questo mese, incontrando il sindaco per fare il punto delle opere di mitigazione.

Le questioni sul tavolo sono molte e alcune poste dal comitato di Scaltenigo: “La nostra frazione è investita in pieno dall’inquinamento acustico e atmosferico – spiega la portavoce Ivana Cagnin – lo conferma uno studio del Ministero dell’ambiente sui venti che si dispongono da nord-nord est e da sud est. Erano previste barriere fonoassorbenti alte dai 2 ai 5 metri, che mancano ancora. Dove sono state installate peggiorano la situazione, perché troppo basse e fungono da cassa armonica, favorendo l’amplificazione del rumore, all’uscita del sottopasso di via Caltana. Il rumore si propaga fino al centro del paese, anche di notte”.

Cav ha assicurato l’invio dei tecnici per un sopralluogo di verifica. Sul fronte Passante verde invece, il comitato si è impegnato a favorire l’accordo tra la società e i privati della zona, in modo da accelerare la cessione dei terreni per realizzare le fasce boscate, che consisteranno in 30 metri di profondità, con piante ad alto fusto.

Filippo De Gaspari

Le più lette