Santa Maria di Sala, la maestra è inadeguata, arrivano i carabinieri a scuola

carabinieri morto in casaHa fatto il giro dei media nazionali la notizia della maestra dell’istituto comprensivo Cordenons di Veternigo, accusata di essere inadeguata all’insegnamento perché “ignorante”. I genitori sono subito corsi ai ripari per tutelare la formazione dei propri figli, chiedendo prima l’intervento dei carabinieri, poi quello degli avvocati per andare fino in fondo alla questione.

La maestra in questione è stata già sottoposta a un’ispezione, a inizio anno, quando i genitori degli alunni l’avevano accusata di avere insegnato loro a scrivere in modo sgrammaticato. In seguito, è giunto un provvedimento disciplinare, terminato il 17 marzo, e ora su di lei pende la minaccia di licenziamento, ma fino a che la procedura non sarà conclusa, la maestra potrà ancora insegnare.

Immediata la mobilitazione dei genitori delle classi 1° A e B, che si sono messi d’accordo per non mandare i figli a scuola, ma loro, ha ricordato la dirigente scolastica Bertilla Mason, potrebbero essere denunciati per violazione dell’obbligo di istruzione minorile. Per questo, ieri mattina sono stati i genitori stessi a chiamare i Carabinieri per metterli a conoscenza della situazione. Alcune famiglie hanno già percorso le vie legali, dichiarandosi disposte a tutto per trovare i responsabili. Se non si dovesse risolvere nulla, minacciano di ritirare i figli da scuola.

Lascia un commento