Spinea, cominciano i lavori per la pista ciclabile in via Roma

foto platano via Roma-Unità SpineaIl cantiere della nuova pista ciclabile di via Roma aprirà il prossimo 29 marzo. Lo annuncia il Comune, specificando come si tratti di intervento possibile grazie a un finanziamento di 500 mila euro destinato a interventi di riqualificazione del centro di Spinea, con incremento e miglioramento dei collegamenti ciclopedonali a servizio delle aree di sosta. Tale somma è prevista dal Fondo attuativo per lo sviluppo e la coesione, attraverso il sistema delle Intese programmatiche d’area e arriva quindi dall’Unione europea. Con la realizzazione di quest’opera sarà possibile incrementare e raccordare il sistema delle piste ciclabili sul territorio comunale, integrando queste opere con quelle dei comuni confinanti. “Da sempre – spiega l’assessore alla Viabilità e Lavori pubblici Gianpier Chinellato – riteniamo prioritario lo sviluppo della mobilità dolce che, attraverso la promozione di sistemi sostenibili di mobilità, assicura sicurezza e benessere al territorio, diminuendo l’inquinamento. Questo finanziamento dà modo al Comune di sviluppare una azione strategica”.

Il progetto prevede di collegare la pista ciclabile di via Roma con la stazione Smfr e con il confine con Chirignago. In totale l’intervento avrà un costo di 625 mila euro, di cui 500 mila finanziati dalla Regione e 125 mila a carico del Comune, come già previsto nel piano triennale delle opere pubbliche. Fin dal giugno scorso inoltre, il consigliere delegato alle piste ciclabili Mario Zorzetto Penzo, ha incontrato insieme a Chinellato i residenti e i commercianti interessati all’opera. Sono state coinvolte anche le associazioni più attive nell’ambito della mobilità dolce. I lavori si concluderanno entro sei mesi circa. “Per il 2017 – spiega il sindaco Silvano Checchin – Spinea avrà lungo via Roma un sistema coordinato di piste ciclabili in grado di garantire un efficace collegamento con il sistema ferroviario, e quindi essere una porta per la Città metropolitana dotata di servizi appetibili per gli utenti e con un elevato grado di attrattività. La sfida dell’azione amministrativa dei prossimi tre anni dal punto di vista urbanistico, viabilistico ed ambientale, è quella di sfruttare la ridotta estensione territoriale del nostro comune promuovendo servizi di qualità e una mobilità sostenibile”.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento