Adria, Di Maio con Caniato: “I comuni non sono bancomat, fermiamo gli sprechi”

luigi di maio per cristina caniato adria_07Alla presentazione della candidatura di Cristina Caniato, grillina della prima ora, avvenuta sabato scorso hanno partecipato circa 300 persone. A loro, ai cinque consiglieri regionali del M5S e a Luigi Di Maio, vicepresidente della camera dei deputati, ha annunciato pubblicamente il desiderio di far cambiare passo al comune “porta” del Delta del Po.

“Prima del voto del prossimo 5 giugno presenteremo ai cittadini quale sarà la giunta che si ritroverà a guidare il Comune dopo la mia elezione – afferma la candidata Cristina Caniato – nessuno scherzo, nessuna sorpresa per i nostri elettori. Invito a continuare a mandare i curricula perchè abbiamo ancora almeno un assessorato da assegnare per competenze, non per logiche clientelari. La città di Adria avrà bisogno di un assessore al bilancio capace, fatevi avanti”.

Luigi Di Maio, un fiume in piena contro gli sprechi ed il malaffare imperante: “I comuni sono il bancomat che alimentano il malaffare della vecchia politica. Solo con un sindaco del M5S come Cristina Caniato riusciremo a fermare questa triste realtà tutta italiana”.

 

Il passaggio su Equitalia strappa applausi a scena aperta: “Invito Cristina appena sarà sindaco alla riscossione diretta delle imposte così come stiamo facendo nei comuni amministrati da sindaci del MoVimento. Aiuti alle imprese, anche a quelle del territorio, possono arrivare anche solo nel consentire di pagare quanto dovuto evitando maggiorazioni ed aggi che portano le piccole aziende dei nostri centri a dover chiudere”.

Efficientamento energetico, eco-bonus per famiglie ed imprese, destinazioni di bilancio partecipato dai cittadini chiamati a decidere se potenziare i servizi di un asilo piuttosto che investire in altri servizi sono le peculiarità di una amministrazione a cinque stelle.

Di Maio arrivando ad Adria ha verificato la capacità di attrarre fondi europei finalizzati ad ambiente e turismo: “Non voglio esprimere giudizi sulle amministrazioni passate e non faccio promesse da politico, parlo con i fatti e con quello che abbiamo dimostrato come MoVimento a Mira (VE) con il nostro sindaco Alvise Maniero. Da zero a cinquecentomila euro per Mira, qui ad Adria, non vorrei sbilanciarmi, ma si potrebbe forse fare di più”.

L’invito conclusivo di Cristina Caniato è quello di essere curiosi e di informarsi della 4 giorni in strada grande ad Adria prevista per il 12-13-14 e 15 aprile in Corso Vittorio Emanuele II.

Lascia un commento