Ambliopia e Astenopia, cosa sono?

foto barbara micaglio giornale OTTICA BARBIEROL’ambliopia è la diminuzione dell’acutezza visiva. La vitamina B viene utilizzata per correggere questo disturbo.
Le macchie di Bitot sono caratterizzate da chiazze bianche, rialzate e nettamente delineate, sulla sclera, causate da una carenza di vitamina A e proteine.
La cataratta migliora con l’aspirina che viene somministrata sia come trattamento che come terapia preventiva. Anche se non esistono prove scientifiche, si ritiene che la vitamina B6 protegga il cristallino dall’opacizzazione. Si pensa che anche la vitamina C abbia lo stesso effetto. L’acido ialuronico può essere iniettato nell’occhio per evitare la perdita corneale nel corso dell’intervento chirurgico.
La congiuntivite, un infiammazione della palpebra, può essere curata con l’uso di tintura di eufrasia e crespino (vedi Congiuntivite).
Le ulcere corneali creano tessuto cicatriziale che può causare danni permanenti se non vengono curate nel modo giusto. Possono essere curate con vitamina B2, B6, acido pantotenico, vitamina C e proteine.
L’astenopia si manifesta quando gli occhi sono stati messi sotto sforzo troppo a lungo con una luce insufficiente. Luce scarsa, luce accecante, riflessi, ombre in zona lavoro e luce intermittente come quella di taluni tubi fluorescenti possono costringere gli occhi a fare numerosi movimenti di aggiustamento che possono portare all’astenopia. L’astenopia può anche essere il risultato di una vista non corretta, bisognerebbe effettuare dei controlli periodici da un oculista per quelle correzioni o modifiche che eventualmente si rendessero necessarie. Il rilassamento frequente degli occhi, cambiando la distanza di messa a fuoco o distogliendo lo sguardo dal lavoro verso un oggetto distante, può dare sollievo alla tensione causata da luce inadeguata e mal di testa causati dalla tensione nervosa. Un’assunzione adeguata delle vitamine necessarie alla salute degli occhi favorisce il risolversi di questo disturbo. Come rimedio erboristico si consiglia l’assunzione di eufrasia in pillole o in infusione.
L’ipermetropia o iperopia è caratterizzata dal fatto di poter vedere molto lontano ma di non vedere chiaramente da vicino. Se non vengono usati occhiali adeguati, si possono avvertire bruciori agli occhi che possono diventare rossi e stanchi.
La tensione del glaucoma e l’indurimento dell’occhio con progressiva perdita della vista può essere migliorato con l’assunzione di vitamina C (vedi Glaucoma e Degenerazione maculare).

 

dott.sa Barbara Micaglio
Ottica Optometria Barbiero
Tel. 041-440485

Lascia un commento