Elezioni Adria, Barbujani: “Il mio programma in dieci punti”

bobo-barbujani 2“Non sono stato e non sarò mai un sindaco da scrivania, ma sempre in movimento, in mezzo alla gente”. Sintetizza così il proprio mandato l’attuale primo cittadino adriese Massimo Barbujani, anticipando i contenuti della prossima campagna elettorale. “Ho redatto una relazione dettagliata dell’operato di questa amministrazione che presto sarà divulgata – spiega il sindaco – ed è davvero una grande soddisfazione oggi poter verificare l’esito di un lavoro concreto sempre al servizio della nostra città”. La candidatura di Barbujani proporrà agli elettori un programma strutturato in dieci punti che sarà discusso in dettaglio nella riunione di coordinamento prevista per mercoledì 23 aprile.

“Puntiamo a curare dieci macroaspetti con il compito di valorizzare Adria – sottolinea Barbujani – perseguendo l’obiettivo di crescita e sviluppo”.. “Sicurezza e controllo”, “promozione e valorizzazione del territorio comunale” sono i primi punti in programma assieme all’obiettivo prioritario del “lavoro e dell’occupazione giovanile”. “Non nascondo il nostro orgoglio per aver agevolato le numerose pratiche e contribuito alla realizzazione dell’industria chimica Novamont che sarà avviata a settembre nella frazione di Bottrighe nella riqualificata struttura dell’ex zuccherificio – evidenzia – e sarà una realtà unica a livello mondiale che offrirà circa 70 posti di lavoro e un indotto considerevole”. Altri due punti in programma sono la “difesa del comparto ospedaliero adriese” e la “ristrutturazione della casa di riposo”.

“Un altro punto è la programmazione a tutela delle frazioni – continua il sindaco – così pure il completamento delle opere già programmate come le piste ciclabili e le riviere”. Il sindaco annuncia quindi di inserire nel programma anche la “difesa e valorizzazione delle aree verdi” così pure le “facilitazioni alle attività imprenditoriali e commerciali”. Un punto caldo è senza dubbio l’“adeguamento e la manutenzione delle strade comunali” così pure l’impegno a superare quelle “carenze trentennali nel collegamento alle arterie principali” che hanno penalizzato sino ad oggi la città (a questo tema è dedicato un articolo in questo numero, ndr). Attenzione anche alla strutturazione di una adeguata proposta culturale e alla valorizzazione di scuole e musei. “Il 16 e 17 aprile ha avuto luogo l’inaugurazione tecnica del rinnovato teatro comunale con l’attesa Festa Giovani Adria – ricorda il sindaco – con ospiti di chiara fama come la ballerina Simona Atzori e i noti comici Giampiero Perone e Marco Anzovino mentre il 14 maggio avrà luogo uno straordinario concerto di apertura con un direttore di fama internazionale e una compagine orchestrale che coinvolgerà oltre al teatro La Fenice di Venezia anche gli allievi del nostro conservatorio”.

 

Massimiliano Beltrame

Lascia un commento