Elezioni Cavarzere, Henri Tommasi vuole fare il bis

Henri TommasiPartito democratico, Sel e lista civica di centro “Movimento Cavarzere domani”: è questa la compagine che sosterrà la ricandidatura del sindaco uscente Henri Tommasi alle prossime elezioni amministrative a Cavarzere. “Il Partito Democratico e Sel di Cavarzere riconfermano la loro fiducia per il secondo mandato al Sindaco Tommasi” scrivono in una nota Fabrizio Bergantin, coordinatore del Pd di Cavarzere, e Lisa Armarolli, coordinatrice di Sel Cavarzere-Cona, secondo cui Tommasi “rappresenta l’espressione diretta del lavoro che i due gruppi politici hanno svolto durante quest’ultimo mandato. In un’ottica di continuità e dopo aver portato a termine un’importante opera di risanamento finanziario dell’ente – creando al contempo le condizioni per trovare nuove risorse che hanno permesso di mantenere inalterati tutti i servizi erogati senza alcun aumento delle tariffe ma che hanno consentito soprattutto l’avvio di importanti opere pubbliche che da tempo la città attendeva – intendiamo proseguire il percorso iniziato attraverso una visione programmatica che sarà sicuramente più consapevole e concreta”.

Soddisfazione da parte di Tommasi, che sta lavorando alla costituzione della squadra. “Penso a un’unica lista – spiega -, ma stiamo ancora definendo i dettagli, per trovare il giusto equilibrio come sempre abbiamo fatto in questi anni”. Anche in quanto a possibili nomi Tommasi non si sbilancia: “Ho iniziato certamente a fare alcuni passaggi e ho avuto molte adesioni. Nella mia lista ci sono sempre stati parecchi giovani e parecchie donne e questo aspetto sarà riconfermato: ricordo solo che l’ultima giunta era composta al 50% da donne, anticipando la normativa sulle quote rosa”. “Vorrei fare però una precisazione – aggiunge -: trovo essenziale che ci sia una componente giovanile (non solo anagraficamente, ma anche dal punto di vista politico) ma è fondamentale anche una certa dose di persone esperte, che sappiano guidare e sostenere le forze nuove. La soluzione migliore è garantire equilibrio e commistione”. Tommasi conclude evidenziando che in lista troverà spazio una rappresentanza di tutte le frazioni, “perché è importante avere un punto di riferimento, qualcuno che sia portavoce delle loro problematiche”.

Giorgia Gay

Lascia un commento