Elezioni Chioggia, Penzo: “No all’impianto Gpl, violerà la nostra laguna”

Foto Barbara PenzoBarbara Penzo, candidata del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative di Chioggia, si schiera fermamente contro il progetto del deposito di Gpl, in costruzione a Punta
Colombi, a due passi dal centro storico.

Penzo ha sollecitato i vertici nazionali del Partito Democratico, affinché intervengano presso le competenti sedi istituzionali per fermare il contestato progetto.
La responsabile nazionale Ambiente del Pd, on. Chiara Braga ha presentato, sulla questione, un’interrogazione al Ministro dell’ambiente e della Tutela del territorio e del mare, al Ministro dello Sviluppo economico e al Ministro dell’Interno, «al fine di verificare la legittimità di tutto l’iter autorizzativo dell’impianto di stoccaggio Gpl in Val Da Rio», appurando  «se il progetto non
pregiudichi effettivamente la sicurezza pubblica per tutto l’abitato di Chioggia».

Il nulla osta alle opere accessorie al deposito di Gpl, atteso a giorni dalla Salvaguardia, teso a verificare la compatibilità del progetto con i piani urbanistici, darebbe il via libera al contestato
progetto, prefigurando uno scenario disastroso per la città.

A tal proposito interviene Barbara Penzo: «Rivolgendomi alla commissione Salvaguardia di Venezia», afferma la candidata del centrosinistra, «auspico che esprima velocemente un
decisivo no alla possibilità di violare la nostra laguna e il nostro territorio con un impianto – deposito gpl, altamente pericoloso per la città di Chioggia».

Lascia un commento