Le quattro “R” dell’intestino sano

intestino-sanoIn medicina funzionale e secondo  una prospettiva olistica, che noi condividiamo, si ritene che ogni sistema del nostro organismo sia connesso. Il nostro sistema ormonale e digestivo, per esempio, secondo il punto di vista funzionale, olistico e della PNEI (Psico-neuro-immunologia) NON sono e non operano in modo indipendente ma interconnesso.
Per questo motivo, sintomi come mal di stomaco, nausea, flatulenza, emissione di gas, diarrea, che generalmente sono sintomi attribuibili ad un mal funzionamento del nostro intestino, possono accompagnarsi ad altri sintomi come squilibri ormonali, malessere diffuso, malassorbimento di zuccheri, calo di difese immunitarie, eczemi o atopie cutanee, forme di leggera ansietà e disturbi del sonno. Perchè?
Perchè è a livello intestinale che, tra l’altro,  si localizza anche  buona parte del nostro sistema immunitario, oltre che digestivo. Ne deriva l’importanza dell’attenzione sulla buona funzionalità intestinale per il nostro benessere globale. Le attività intestinali di assorbimento e fermentazione del cibo vengono garantite dalla colonizzazione intestinale di batteri “buoni”, il cui lavoro viene reso più efficace in condizioni favorevoli di equilibrio acido/base dell’ambiente intestinale. Su questa funzionalità possiamo agire noi attraverso le nostre scelte di adeguate e sane attitudini alimentari e comportamentali. Escludendo la presenza di patologie gravi, che richiedono l’intervento del medico, tutti noi possiamo aiutare a mantenere sano l’intestino attraverso pochi semplici passi, che sono stati definiti il 4RP (Four R Program) dai nutrizionisti americani. In che cosa consiste questo programma? Si tratta di seguire quattro punti, che vi illustriamo  qui di seguito.
1R:  REMOVE, RIMUOVI
“Rimuovere” tutto il “cattivo”. Le cattive abitudini alimentari, per esempio. Ridurre gli zuccheri, i cibi troppo grassi e raffinati, le “merendine” industriali; ridurre l’uso della carne, di alcoolici, di caffè e altre bevande nervine.
2R: RIMPIAZZA, REPLACE
“Rimpiazziamo” questi alimenti nocivi per la nostra salute con alimenti più sani. Cibi meno raffinati, preferibilmente senza sostanze chimiche conservanti, coloranti, additive-addensanti,aromatizzanti . Cibi biologici, magari a “kmO”. Prediligere il consumo di frutta e verdura, di alimenti naturalmente a scarso contenuto di grassi e non trattati, a corta conservazione (freschi).
3R: RIINOCULA; REINOCULATE
Può capitare di osservare che “rimpiazzare” certi cibi con altri provochi dei temporanei stati di disagio. Questo è il segnale che il nostro intestino, inquinato dalle cattive abitudini, si sta “pulendo” e reagisce. Possiamo dargli una mano “reinoculando” opportuni batteri “buoni”, che aiutano i processi digestivi riportandoli ad uno stato di attività ottimale. Per esempio, il Bifido Bacterio; i Lactobacilli Acidofili. Anche sostanze prebiotiche, come l’Inulina o fibre dell’Aloe, possono favorire un buon ambiente per le funzionalità intestinali.
4R: REPAIR, RIPARA
Provvedendo le sostanze corrette ed elimindando gli alimenti sgraditi, l’intestino da solo riparerà le sue funzioni ripristinandosi al meglio verso un netto miglioramento della nostra percezione di benessere! Oltre a queste quattro R, possiamo aggiungerne un’altra: RILASSATI! E’ importante infatti pensare che quanto facciamo per la nostra salute ed il nostro benessere rappresenta una azione positiva che facciamo , per stare bene con noi stessi e con gli altri. Una maggiore consapevolezza di quel che mangiamo conduce inevitabilmente ad una maggiore consapevolezza e desiderio di modificare anche altre  nostre abitudini verso un maggiore  benessere globale. Il personale specializzato della nostra Farmacia è a vostra disposizione per una consulenza personalizzata e fornirvi maggiori informazioni.

 

Farmacia Nadalini
Tel.: 0426 21459

Lascia un commento